NRSGamers nasce dalla volontà di dare spazio e tutto ciò che i siti più famosi non trattano, o trattano poco e male. Siamo del parere che i soldi siano il cancro più grande dell’industria, e desideriamo supportare tutte quelle piccole perle che spesso e volentieri restano sconosciute e smarrite nei meandri della rete.
Alcuni di noi sono cresciuti con NES, altri con Spectrum, altri ancora con Mega Drive e SNES. Abbiamo visto il mercato cambiare, eppure il nostro desiderio è sempre rimasto quello di divertirci con il nostro media preferito. Dunque abbracciamo il cambiamento, e scopriamo giorno per giorno ciò che piccoli studi indie presentano in punta di piedi, le mod di utenti dai nomi improbabili, il mercato mobile e le sue chicche, così bistrattate dagli hardcore ormai inseriti dentro un’idea di elitarietà che chiude gli occhi e uccide la capacità di discernere.

Vogliamo gente con le palle, curiosa, che sappia emozionarsi e che abbia un buon bagaglio culturale sulle spalle. Se volete entrare a far parte dello staff non serve altro.

Siamo alla ricerca in particolare di giocatori che apprezzino il mercato indipendente, e che non abbiano pregiudizi nei confronti del fiorente mercato mobile. Ovviamente non intendiamo trascurare il mercato console e quello del software tripla A, ma questo verrà curato con minore assiduità, perché tenuto in alta considerazione già da molti altri siti.
Se scrivete in un buon italiano e pensate di essere interessati potete mandare un articolo di prova (recensione o preview, qualsiasi gioco, almeno 500 parole) a bejelit84@gmail.com.
Queste le posizioni ricercate al momento:

– Newser
– Redattore
– SEO
– Specialista retrogaming

E’ necessario possedere almeno una tra le seguenti piattaforme: PC Windows, dispositivo Android fascia alta, dispositivo iOS fascia alta.
Ovviamente tutti i giochi verranno forniti da noi, in forma di codici d’attivazione, rimborsi economici diretti, copie fisiche fornite dai publisher o altro. I prodotti resteranno di proprietà del redattore, che potrà disporne a proprio piacimento.
Specifichiamo che non siamo al momento in grado di ottenere introiti tramite pubblicità, e di conseguenza non possiamo per adesso retribuire economicamente i collaboratori. La promessa che posso farvi è che i primi soldi che arriveranno passeranno direttamente nelle mani dello staff, non desidero “mangiare” su questo progetto, ma farlo funzionare anche a costo di rimetterci di tasca mia.
A voi la parola.