I migliori smartphone: OnePlus 2

oneplus 2
Prestazioni (AnTuTu): 49.140
Schermo: 8,5/10
Batteria: 8/10
Audio: 7/10
Qualità/Prezzo: 8,5/10
Prezzo consigliato: 319€
Compra su eBay

Augurandoci che il nome OnePlus non vi suoni del tutto sconosciuto iniziamo a parlare di un terminale che abbiamo già recensito tra le nostre pagine. Il dispositivo viene offerto a un prezzo molto competitivo, ma il fastidioso sistema a inviti rende l’acquisto un po’ meno agevole di quanto non dovrebbe essere.
OnePlus 2 monta la seconda revisione dello Snapdragon 810 di Qualcomm, variante simile a quella utilizzata di Nexus 6p, caratterizzata da prestazioni ottime e da un throttling molto ridotto rispetto alla prima edizione. In questo modo si potrà contare su temperature d’esercizio piuttosto basse, il telefono tende a scaldare molto di rado, e l’efficienza termica aiuta naturalmente anche la durata della carica.
Il pannello è un ottimo IPS LCD Full HD 1080p, con diagonale da 5,5 pollici e 401 PPI, gli stessi valori di iPhone 6s Plus. Non si tratta dunque di una risoluzione elevatissima, ma considerato il prezzo, la qualità dello schermo e dei colori è davvero difficile lamentarsi. Se volessimo fare un confronto con gli altri modelli top di gamma, lo schermo di OnePlus 2 perderebbe con quello di LG G4, ma i risultati sono più o meno simili a quanto raggiunto dal buon HTC One M9. La risoluzione da 1080p trova il suo perché se pensiamo al ridotto consumo energetico, ma ovviamente affiancare un display Full HD a uno 2K rende evidente la superiorità del secondo anche a un occhio poco esperto. Cerchiamo comunque di non fraintendere, perché comunque questo telefono vanta uno schermo di qualità più che buona, che difficilmente potrà deludervi.
Parlando di batteria invece, OnePlus non è purtroppo riuscita a replicare quanto fatto con il suo One, e la longevità di questo Two è sì buona, ma non straordinaria come quella del predecessore. Un utente normale non avrà alcun problema ad arrivare a fine giornata, mentre i power user dovranno cercare di contenersi almeno un minimo. Bisogna inoltre considerare che non è presente alcun sistema di ricarica rapida, in quanto lo sviluppatore ha preferito utilizzare un ingresso USB tipo C, ancora relativamente nuovo.
Poco soddisfacente la situazione sonora, con un solo speaker mono posto sulla parte inferiore della scocca, che potrà capitare di coprire con le dita.

I migliori smartphone: Google Nexus 6

nexus 6
Prestazioni (AnTuTu): 49.145
Schermo: 8/10
Batteria: 8/10
Audio: 8,5/10
Qualità/Prezzo: 7.5/10
Prezzo consigliato: 350€
Compra su eBay

Nexus 6 è il flagship di riferimento prodotto da Google nel 2014, reperibile in rete a un prezzo da medio gamma.
Si tratta di un dispositivo da 6 pollici, una dimensione importante mitigata da cornici sottili, ma con cui è necessario fare i conti se siete soliti tenere il telefono nella tasca dei pantaloni.
Il SoC è un ancora ottimo Snapdragon 805, inferiore in termini di performance a Snapdragon 810 ma migliore per quanto riguarda il throttling. L’efficienza energetica del processore e l’utilizzo della versione stock di Android 6 garantiscono una durata della carica buona, che dovrebbe permettere anche ai power user di arrivare a fine giornata, almeno durante il primo anno di utilizzo.
Buone prestazioni e buona durata della batteria si accompagnano a uno schermo 2K AMOLED di buona qualità, comunque nettamente alle proposte di Samsung di fascia alta per quanto riguarda i cromatismi, dato che la risoluzione è la medesima. In particolare i bianchi di questo pannello sono un po’ imprecisi e, una volta acquistato il telefono, potranno tendere lievemente al rosa o al giallo per qualche giorno, giusto il tempo necessario per un rodaggio che comunque sistemerà le imperfezioni.
Il reparto sonoro è ottimo, grazie alla presenza di due speaker stereo frontali che non soffrono di distorsione, e che perdono solo in parte il confronto con la tecnologia Boom Sound di HTC, al momento il meglio che il mercato possa offrire.

I migliori smartphone: Samsung Galaxy Note 4

galaxy note 4
Prestazioni (AnTuTu): 49.140
Schermo: 10/10
Batteria: 10/10
Audio: 7/10
Qualità/Prezzo: 8/10
Prezzo consigliato: 350€
Compra su eBay

Note 4 è l’esponente 2014 della fortunata famiglia Note di Samsung.
Il SoC è in questo caso Snapdragon 805, lo stesso chipset montato su Nexus 6. Si tratta di una combinazione CPU/GPU che garantisce anche quest’anno ottime prestazioni in ambito gaming, collocandosi comunque nella fascia alta del mercato.
Lo schermo è senza dubbio il migliore del 2014, e regge ancora oggi molto bene. Stiamo parlando di un AMOLED con diagonale da 5,7 pollici e risoluzione 2K 1440p, caratterizzato da uno splendido bilanciamento dei bianchi (spessissimo punto debole degli AMOLED) e contrasti dal grande effetto. Si tratta pur sempre di una tecnologia che tende a risultare più “accesa” rispetto ai classici pannelli LED IPS, e anche in questo caso è giusto segnalare come le immagini siano meno realistiche di quanto riscontrabile ad esempio su LG G4 o su HTC One M9. Tuttavia, nel mondo degli AMOLED questo schermo è senza dubbio uno dei migliori sulla piazza, superato solo da quelli successivi della famiglia di Galaxy nella serie top di gamma.
Altro punto di forza di questo terminale è senza dubbio la batteria, ad oggi metro di paragone con cui tutta la concorrenza deve confrontarsi. Parliamo di un modulo da ben 3.220 mAh, ma più che l’amperaggio è l’ottimizzazione del software a fare miracoli, permettendo a questo telefono di arrivare in alcuni casi a coprire due giornate con una sola carica (ovviamente dipende dal tipo di utilizzo). Ad ogni modo, dimenticatevi della necessità di giocare stando attaccati a una presa di corrente.
Qualche incertezza invece per quanto riguarda il reparto sonoro, che non riesce a competere con i vari Nexus né con i modelli di Motorola.

I migliori smartphone: Google Nexus 6p

nexus 6p
Prestazioni (AnTuTu): 60.084
Schermo: 8,5/10
Display: 8.5/10
Batteria: 8,5/10
Audio: 8,5/10
Qualità/Prezzo: 8/10
Prezzo consigliato: 400€
Compra su eBay

Nexus 6p è il modello di riferimento Google per questo 2015, un telefono che abbassa il tiro e sceglie una diagonale da 5,7 pollici invece dei 6 dell’anno precedente. Per quanto la risoluzione sia ancora una 2K da 1440p, il PPI è inevitabilmente incrementato, e i colori sono stati affinati e ridotti in intensità, ottenendo contrasti più realistici rispetto a Nexus 6 e cromatismi meno accesi. Il risultato è buono, ma Samsung continua ad essere su un altro livello per quanto riguarda la tecnologia AMOLED.
Il processore è diventato uno Snapdragon 810, fortunatamente non il primo modello, ma la revisione che ha corretto (almeno in parte) il problema del throttling. Ciò significa che Nexus 6p riesce a mantenere nella maggior parte dei casi temperature operative abbastanza basse, salvo naturalmente quando la batteria sarà in carica. Batteria che tra le altre cose si comporta più che bene, superando in durata il modello dello scorso anno, pur non raggiungendo le vette di Moto X Play, né tantomento quelle di Galaxy Note 4 o del più recente Galaxy S7 Edge.
I difetti strutturali che hanno afflitto le prime partite del terminale sembrano adesso essere stati risolti, e in ogni caso il servizio di assistenza Google si è più volte dimostrato decisamente puntuale, come è possibile leggere dalle esperienze di numerosi utenti sui forum di discussione.
Se desiderate approfondire potete fare riferimento alla nostra recensione del dispositivo.

I migliori smartphone: Lenovo Moto Z Play

lenovo-moto-z-play
Prestazioni (AnTuTu): 56.300
Schermo: 8.0/10
Batteria: 10/10
Audio: 8,0/10
Qualità/Prezzo: 8.0/10
Prezzo consigliato: 399€
Compra su Amazon

Di Moto Z Play abbiamo parlato in modo approfondito nella nostra recensione completa, dove sono state decantate le innumerevoli doti di questo dispositivo.
Abbiamo a che fare con uno smartphone che fa della batteria il proprio cavallo di battaglia. Moto Z Play è fatto per essere usato, per durare più giorni su una singola carica senza crearci patemi d’animo. Il sistema di ricarica rapida permette tra l’altro di recuperare grosse percentuali in pochi minuti, niente spina attaccata la notte.
I power user riusciranno a coprire senza problemi due giorni di utilizzo durante il primo anno, con uno screen on time che nei nostri test ha superato a volte le 9 ore.
Il SoC montato da Lenovo è il buon Snapdragon 625, poco energivoro ma abbastanza potente. Si riesce a giocare senza problemi con quasi tutti i titoli, l’esperienza utente è davvero fluida.
Questo è merito anche del software, che ha una personalizzazione Android praticamente assente, molto vicina a quella di un Nexus/Pixel. I 3GB di RAM fanno il resto, garantendo un multitasking piacevolissimo. Al momento si aspetta ancora Android 7.0, che comunque non dovrebbe tardare ad arrivare.
Moto Z Play monta un display AMOLED da 5,5 pollici con risoluzione Full HD. La qualità è buona, i colori sono un po’ accesi, ma è possibile ridurre la saturazione dalle opzioni. Considerato il prezzo si tratta di un buon pannello.
La fotocamera non impressiona, specie in condizioni di scarsa luminosità o quando registreremo dei video. Assente lo stabilizzatore ottico, cosa comprensibile quando si sta sotto i 400 euro.
C’è un unico speaker frontale, potente ma qualitativamente inferiore alla soluzione di Moto X Play. E’ ovvio infatti che un altoparlante mono non possa competere con uno stereo, ma in generale avremo risultati migliori rispetto a tutti gli altri telefoni con griglia posta sul retro o sul fondo della scocca.

I migliori smartphone: ZTE Axon 7

zte-axon-7
Prestazioni (AnTuTu): 135.029
Schermo: 9/10
Camera: 8.5/10
Batteria: 8.5/10
Audio: 9.5/10
Qualità/Prezzo: 9.5/10
Prezzo consigliato: 449€
Compra su Amazon
Compra su eBay

Per la serie “dalla Cina con Furore”, la nuova proposta di ZTE è l’eccellente Axon 7. Nel momento in cui scriviamo (Ottobre 2016) si tratta di uno dei migliori smartphone in assoluto. Il rapporto qualità prezzo è ciò che impressiona maggiormente, il dispositivo merita attenzione da parte di chiunque.
Il display è un’unità AMOLED Quad HD da 5,5 pollici, per una densità di ben 538PPI. Il bilanciamento dei colori, i contrasti e la bontà dei bianchi sono molto buoni e regolabili.
La visione di contenuti multimediali e il gaming sono attività estremamente piacevoli, anche in virtù delle straordinarie performance del processore. Parliamo infatti di uno Snapdragon 820, capace di spingere AnTuTu oltre i 135.000 punti nei nostri test.
Guardare un video su YouTube o su Netflix con Axon 7 permette inoltre di godere dell’ottimo impianto audio, basato su due speaker frontali dal suono pulito e potente. In pratica l’utilizzo degli auricolari o di speaker esterno Bluetooth sarà del tutto facoltativo.
Anche la batteria fa il proprio dovere, garantendo circa 5 ore di utilizzo misto. Siamo anche in questo caso sui livelli di Galaxy S7 Edge, nessun problema per i power user.
Tutto questo a un prezzo di lancio di 449 euro, praticamente una dichiarazione di guerra ai cosiddetti top di gamma offerti a 800 euro e più.
Se desiderate ulteriori informazioni vi invitiamo a leggere la nostra recensione del terminale.