CastleStorm è arrivato solo di recente su sistemi mobile, dopo essere apparso originariamente su PC, ed essere stato ora riadattato per i controlli touch. Di frequente transizioni del genere non riescono a dare degli esiti positivi, e in questo caso la sitazione potrebbe essere stata anche peggiore, perché accompagnata dal passaggio da un sistema standard a pagamento ad uno free to play appoggiato sulle famigerate micro transazioni. Fortunatamente questo non è il caso di CastleStorm.

CastleStorm – Tre in uno di qualità

Un ottimo tutorial ci inizierà alle numerose meccaniche di questo CastleStorm. Diciamo numerose perché il prodotto in questione riesce a miscelare in maniera intelligente tre diverse tipologie di gameplay, attingendo dai classici tower defense, includendo sezioni action a scorrimento orizzontale, e condendo il tutto con una forte influenza da parte del casual game Angry Birds.
Di base dovremo affrontare un buon numero di missioni, in cui saremo chiamati a difendere il nostro castello da una serie di incursioni, con piccole variazioni sul tema in cui potremo ad esempio coprire la ritirata dei nostri uomini.
Il punto di forza di questa produzione è ciò che forse terrà alla larga i giocatori più casual: CastleStorm riesce infatti ad essere piuttosto stratificato nelle sue meccaniche, mentenendosi comunque frenetico grazie alla continua miscela delle sue diverse meccaniche.
Durante i vari assedi dovremo difenderci dagli attacchi degli avversari, producendo delle truppe da lanciare sul campo di battaglia, facendo conto con i classici cooldown del caso, e sperando nella resistenza dei nostri soldati.
Potremo simultaneamente assistere le nostre milizie con raffiche di dardi da lanciare contro gli assedianti. Per fare ciò sarà sufficiente toccare sullo schermo dove desideriamo che i nostri proiettili vadano a impattare, cercando di calcolare con attenzione il tempo di lancio e la velocità di spostamento degli avversari. In questo modo potremo uccidere i nemici o indebolirli, per rendere più agevole il lavoro delle nostre truppe.
La fase di assedio funzionerà invece in maniera molto simile a quanto abbiamo sperimentato in Angry Birds: utilizzando le nostre catapulte potremo lanciare rocce, bombe, arpioni e quant’altro contro il castello avversario. Calcolare la giusta traiettoria permetterà di massimizzare il danno, colpendo le strutture meno resistenti o causando effetti a catena che, sfruttando una buona fisica, ci permetteranno di radere al suolo i baluardi nemici.

Qualora lo desiderassimo potremo intervenire direttamente sul campo di battaglia con il nostro eroe, controllandolo in maniera diretta come in un normale action a scorrimento orizzontale. Il tempo a nostra disposizione sarà in questo caso limitato, ma sarà comunque possibile ottenere un qualche tipo di vantaggio utilizzando in maniera saggia attacco e difesa con lo scudo.
Alcune tra le armi più devastanti comportano un notevole esborso in termini di gemme e valuta di gioco, ed è qui che entrano in gioco le micro transazioni. In linea generale non abbiamo trovato il prodotto mal bilanciato. Certo, la maggior parte dei livelli andranno sbloccati a pagamento, e qualora si volessero utilizzare determinate armi sarà necessario mettere mano al portafogli. Tuttavia, con spese tutto sommato ragionevoli è possibile fruire dell’esperienza offerta in maniera completa. Gli sviluppatori contano chiaramente su quell’utenza disposta ad acquistare a ripetizione, e possiamo comprendere perché si sia scelto dunque di optare per un modello free to play. Ad ogni modo, i giocatori più navigati avranno modo di sfruttare questo sistema economico, valutando con attenzione la qualità del prodotto nel primo terzo dell’avventura, e decidendo in seguito se proseguire con l’acquisto della versione completa o meno.

Conclusioni
CastleStorm è un ottimo tower defense. Si rivolge in prevalenza a un pubblico già navigato, disposto a mettersi alla prova con un gameplay che miscela in maniera interessante tre stili differenti. Il prodotto finale riesce ad essere coeso, ben amalgamato, scandito da ritmi piuttosto incalzanti e da una notevole varietà d’azione. Non sarebbe corretto parlare di originalità, perché in fondo si tratta di meccaniche già ampiamente collaudate e ben conosciute. Tuttavia CastleStorm riesce a presentarsi come un’esperienza fresca, limitata solo in parte dalle micro transazioni, che comunque sono state implementate con un certo criterio, e che non dovrebbero infastidire più di tanto i giocatori di lunga data.
Caldamente raccomandato agli appassionati di tower defense più abili.

+ Ottima varietà e buona coesione di stili
+ Gameplay dotato di un buon ritmo
+ Grafica piacevole
– Troppo complesso per chi cerca un semplice tower defense

valutazione

Metascore 85/100
CastleStorm | Google Play | F2P
CastleStorm | App Store | F2P