Data di Uscita 04/09/2014
Piattaforme Android, iOS, Windows Phone, NOOK, BlackBerry
Versione recensita iOS

Alzi la mano chi non hai mai sentito nominare Angry Birds. Questo è uno dei più famosi, se non il più famoso, franchise nato per dispositivi mobile e che è riuscito a conquistare tutto il mondo.

Rovio, consapevole di avere tra le mani una gallina dalle uova d’oro, ha deciso di rilasciare un nuovo titolo legato agli Uccelli Arrabbiati, tentando di riportare la serie ai fasti del passato. Andiamo a scoprire insieme se questo nuovo Angry Birds Stella riesce o meno a rinverdire una serie che ormai da tempo ha qualche problema a svecchiarsi.

Angry Birds Stella – Quella strana sensazione di già visto

Chi si aspetta qualche importante novità da Angry Birds Stella rimarrà deluso. L’ultima fatica dei ragazzi di Rovio presenta di fatto il classico e consolidato gameplay che ha debuttato, su smartphone e tablet di tutto il globo, ormai cinque anni fa. Il compito sarà quindi quello di scagliare gli Angry Birds contro le più disparate strutture, con l’obiettivo di distruggerle con il minor numero di tentativi possibili.

Un barlume di novità, seppur non sufficiente, viene data dalla presenza di personaggi totalmente nuovi – per lo più femminili – e di nuovi poteri il cui utilizzo richiede un’ottima interazione con gli schermi touch, tra semplici tocchi a manovre un po’ più articolate.
I comandi di gioco si sposano alla perfezione con i display dei dispositivi mobile, rendendo il gameplay estremamente semplice e intuitivo, marchio di fabbrica dei prodotti Rovio.

Un’altra caratteristica, che si mantiene costante con il passare degli anni, è lo stile grafico variopinto e sgargiante, grazie alle ambientazioni lussureggianti e con elementi sempre nuovi. La ricchezza di Angry Birds Stella si estende anche al numero di livelli offerti: più di cento stage garantiranno diverse ore di gioco, anche se gran parte del tempo sarà speso in snervanti attese. Ogni qual volta si concluderà un capitolo infatti, sarà necessario attendere del tempo per accedere a quello successivo: per spezzare questa attesa si potranno investire delle monete in-game che però, alla lunga, non si riveleranno più sufficienti, costringendo così i giocatori a metter mano al portafoglio oppure a rassegnarsi nel dover aspettare anche cinque ore per poter riprendere nuovamente in mano l’applicazione. L’invadenza e l’incidenza degli acquisti In-App vanno a rovinare e a compromettere, in maniera decisamente importante, l’esperienza di gioco che non riesce così a essere continuativa e gradevole come si vorrebbe.

Conclusioni
Angry Birds Stella si rivela un titolo appena sufficiente, incapace di portare quella ventata di novità di cui una serie sulla cresta dell’onda da ormai cinque anni avrebbe davvero bisogno. La sensazione di già visto colpirà i giocatori più esperti del franchise, che difficilmente riusciranno ad appassionarsi a questo nuovo capitolo. Per i neofiti invece il gioco risulterà gradevole e di sicuro divertimento, a patto di accettare la presenza invasiva degli acquisti In-App e le snervanti attese a cui si è spesso costretti.
+ Nuovi personaggi
+ Alto numero di livelli
+ Intuitivo come sempre
– Acquisti In-App invasivi
– Poche novità
– Spesso costretti a lunghe attese

Metascore /100
Angry Birds Stella | Android | F2P
Angry Birds Stella | iOS | F2P