i migliori monitor nrs

Monitor gaming per PC e console: i migliori per prezzo e risoluzione da 24 a 34 pollici

La scelta del miglior monitor per PC dipende fondamentalmente da che tipo di utilizzo intendiate farne. Non tutti cercano infatti le stesse cose, e il tipo di videogiochi a cui volete dedicarvi incide tantissimo nella scelta del monitor gaming. Ciascun genere di videogame dà infatti il meglio di sé su pannelli diversi. In generale il mercato può essere suddiviso in due grosse categorie: i giocatori che competono online e chi invece preferisce le esperienze offline. I primi hanno bisogno di monitor estremamente performanti nei tempi di risposta ed in altri elementi chiave. I secondi possono trascurare i tempi di risposta e concentrarsi sulla qualità visiva del pannello.

Monitor Gaming: TN vs IPS vs VA

Pannelli TN

Al momento i monitor gaming TN sono la soluzione ideale per chi gioca molto online ed esige prestazioni di alto livello. La tecnologia TN permette di raggiungere tempi di risposta di solito più bassi rispetto a IPS e VA. Questo garantisce un vantaggio considerevole nelle sessioni di gioco, in particolare nei FPS (First Person Shooter), nei MOBA e nei picchiaduro. Sono apprezzabili vantaggi importanti anche nei videogiochi sportivi ad elevata reattività, come i giochi di calcio.
Questi monitor riescono inoltre a spingersi molto in alto in termini di frequenze, raggiungendo i 240Hz e oltre. Ciò significa che il framerate dei videogiochi non sarà limitato dal display, ma solo dalle possibilità della vostra scheda video.
Giocare contro un avversario che usa TN, mentre utilizziamo una tecnologia differente (IPS o VA) significa venire fortemente penalizzati nelle performance in partita.

Pannelli IPS

I monitor PC IPS non sono stati pensati inizialmente per i videogame, soffrendo di tempi di risposta discretamente elevati. Negli anni le cose sono decisamente migliorate, e oggi riescono a garantire prestazioni accettabili. Rispetto ai monitor gaming TN siamo su valori ancora troppo elevati, dunque i “professionisti” non riusciranno a esprimersi al meglio. Inoltre, in termini di frequenza ci si ferma mediamente più in basso rispetto ai TN. La maggior parte dei monitor con pannello IPS si ferma infatti a 60 hertz (dunque 60 frame al secondo), ma esiste comunque qualche eccezione. I pannelli IPS sono più indicati per chi ama videogame a reattiva bassa o media. Rientrano nella categoria tutti i giochi di ruolo, gli adventure, strategici, gestionali, puzzle game e, più parzialmente, gli action.
Rispetto ai pannelli TN i monitor IPS garantiscono angoli di visione nettamente superiori e una fedeltà cromatica migliore.

Pannelli VA

I monitor gaming basati su tecnologia VA hanno tempi di risposta molto elevati rispetto ai TN, in genere superiori agli IPS, anche se il gap si va sempre più riducendo. Anche in questo caso la frequenza si ferma di solito intorno ai 60 hertz, con qualche raro caso che arriva a 120 hertz.
Il vantaggio principale è dato dai contrasti e dai colori, molto più vividi rispetto ai TN e superiori anche rispetto agli IPS. In particolare i neri sono straordinari, inferiori solo rispetto agli OLED. Questo consente una piacevolezza indiscutibile anche durante la visione di contenuti multimediali.
I pannelli VA sono indicati per i videogiochi che puntano molto all’impatto grafico, senza richiedere prestazioni da urlo nei tempi di risposta. Tutti i giochi di ruolo danno il meglio di sé con i VA, idem per adventure, strategici, gestionali e puzzle game. Gli action game tendono a soffrire.

Seleziona una categoria

 

Migliori monitor gaming 1080p

Un monitor gaming 1080p è una buona soluzione per chi gioca prevalentemente a FPS ad una distanza da scrivania. In questi casi, la dimensione ottimale per il monitor è di 24 pollici. Questa dimensione permette infatti di cogliere i movimenti dell’intero schermo con un’unica occhiata, senza la necessità di inclinare il collo o muovere la pupilla. La maggior parte dei giocatori professionisti sceglie questa diagonale proprio per i vantaggi offerti nel colpo d’occhio. Restando nel range dei 24 pollici un normale risoluzione Full HD va più che bene. Per sfruttare al meglio il rapporto tra dimensioni e risoluzione bisogna posizionarsi a circa 60 centimetri dallo schermo.
Andiamo a scoprire quali sono i migliori monitor a risoluzione 1080p nelle varie categorie.


 


Dimensioni 24″
Risoluzione 1920 x 1080
Curvatura
Tecnologia TN
Refresh 75Hz
Input Lag 10ms
Tempi di Risposta 4ms
Sincronia
Profondità 8bit
Luminosità 300cd
Prezzo consigliato 150€
>> Compra su eBay

BenQ GL2480 – Full HD economico per iniziare

Se avete appena assemblato il vostro primo PC e desiderate un monitor gaming per iniziare a giocare, BenQ GL2480 potrebbe essere una scelta sensata, specie se vi ritrovate con un budget molto ridotto. Questo modello costa infatti meno di 150 euro, non ha un design ricercato, ma fa quel che deve senza problemi.

BenQ GL2480 usa una tecnologia TN per migliorare i tempi di risposta, che sono piuttosto bassi, adatti anche al gaming online. Naturalmente però dovremo fare i conti con il degrado della saturazione tipico dei pannelli TN. È necessario quindi collocarsi di fronte allo schermo, evitando posizioni inclinate, sia in orizzontale che in verticale.
Considerati i 24 pollici è comunque probabile che utilizzerete questo monitor gaming da una distanza abbastanza ravvicinata, quindi non dovrebbero esserci grossi problemi.
I tempi di risposta reali sono di circa 4ms, un valore eccellente per qualsiasi tipo di gioco.

Per quanto si tratti di un monitor piuttosto economico, il refresh non si ferma a 60 hertz, ma arriva a 75 hertz in overclock. Sono 15 fotogrammi in più nel framerate, che fanno sempre comodo.
Come prevedibile per la fascia di prezzo, questo monitor gaming non è compatibile con alcuno standard per la sincronia verticale via hardware, dunque niente G-Sync né FreeSync.

Volendo tirare le somme, BenQ GL2480 si difende bene sotto la soglia dei 150 euro. Offre caratteristiche di tutto rispetto, pur senza eccellere in nessun ambito particolare. Le principali mancanze derivano da una tecnologia TN con il suo degrado cromatico, e una componente estetica non molto curata. Per il resto, se volete un monitor gaming dalle dimensioni contenute e che costi poco, questo modello saprà soddisfarvi.



Dimensioni 24,5″
Risoluzione 1920 x 1080
Curvatura
Tecnologia IPS
Refresh 165Hz
Input Lag 1 ms
Tempi di Risposta 6 ms
Sincronia FreeSync (G-Sync)
Profondità 8 bit – 79% DCI-P3
Luminosità 406 cd
Prezzo consigliato 220€
>> Compra su eBay

BenQ MOBIUZ EX2510S – Aumentiamo il framerate

Superata la fascia dei 200 euro, BenQ propone il suo MOBIUZ EX2510S. Ha una forma piuttosto particolare, che potrà piacere o meno, ma la qualità costruttiva è tendenzialmente buona per questa fascia di prezzo, e la linea ha un minimo di carattere.

Ci si mantiene sempre nel range dei 24 pollici su una risoluzione Full HD, per un pannello basato su tecnologia IPS che garantisce tempi di risposta adeguati al gaming competitivo. L’input lag registrato è infatti di appena 1 millisecondo, un valore spesso dichiarato ma in questo caso anche rispettato. I tempi di risposta totali arrivano a circa 6 millisecondi, che vanno benissimo per qualsiasi tipo di videogame, dagli FPS ai MOBA agli sportivi.
Per sfruttare gli ottimi tempi di risposta, BenQ monta un pannello da 165 Hertz, consentendoci quindi di raggiungere 165 frame al secondo. In questa fascia di prezzo è un framerate di tutto rispetto, che farà contenti tutti gli appassionati di FPS alla ricerca di un monitor che accompagni una configurazione di fascia media.

Il pannello è certificato nativamente Freesync Premium, con una compatibilità garantita anche con G-Sync di Nvidia. La gestione della sincronia verticale via hardware è garantita nelle frequenze che vanno dai 48 ai 165 hertz.

BenQ certifica una compatibilità con lo standard HDR ma – come è facile capire – le performance non sono in questo caso all’altezza. BenQ MOBIUZ EX2510S arriva infatti a una luminosità di picco che in HDR raggiunge i 406 nit: non sono sufficienti per un’esperienza coinvolgente, e consigliamo di lasciare l’opzione del tutto disattivata. A peggiorare la situazione c’è la copertura cromatica, che non gestisce bene lo spazio colore DCI-P3. Ci si ferma infatti a un 79% di copertura, con un pannello che si limita ai suoi 8 bit. Essenzialmente va tutto bene in SDR, sia nella riproduzione dei colori che nella brillantezza dello schermo, ma bisogna appunto fermarsi ad SDR.

BenQ MOBIUZ EX2510S è un monitor gaming di fascia bassa dotato di buone caratteristiche tecniche, ed una delle proposte più interessanti nel range tra i 200 e i 250 euro. Dimenticate la compatibilità con HDR: si tratta di una semplice trovata di marketing, come spesso accade con monitor collocati in questa fascia di prezzo, che pagano a causa di una luminosità di picco insoddisfacente. Si tratta comunque di un monitor più che valido per i contenuti SDR e per il gaming, anche competitivo, grazie in particolare agli ottimi tempi di risposta e ad un input lag decisamente contenuto.





Migliori monitor gaming 1440p

La risoluzione 1440p viene chiamata anche 2K, Quad HD o WQHD. Sono la metà dei pixel rispetto a una 4K e il doppio di un Full HD. E’ una risoluzione tipica dei monitor gaming PC e di alcuni smartphone, che non interesserà però il mondo delle TV. Di solito i monitor con risoluzione 1440p hanno una diagonale di almeno 27 pollici, e incrementano fino ai 34 e oltre.
Naturalmente pixel in più significano anche potenza di calcolo in più. Se state pensando di effettuare un upgrade dai 1080p è bene che ne teniate conto, la vostra scheda video dovrà darsi da fare. Del resto la differenza visiva, in termini di definizione, è piuttosto evidente.
Andiamo a scoprire quali sono allora i migliori monitor gaming PC 2K presenti sul mercato.

Monitor gaming AOC CQ27G2U è il migliore della sua categoria


Dimensioni 27″ / 32″
Risoluzione 2560 x 1440
Curvatura 1800R
Tecnologia VA
Refresh 144Hz
Input Lag 4ms
Tempi Risposta 6ms
Sincronia FreeSync (+ GSync)
Profondità 8bit | 122% sRGB
Luminosità 225cd
Prezzo consigliato 320€ / 400€
>> Compra su eBay

AOC CQ27G2U / AOC CQ32G1 – 2K a schermo curvo

Riprendendo le linee del modello più piccolo, AOC CQ27G2U è un monitor gaming eccellente, che testimonia l’ottimo lavoro svolto da AOC con questa linea. Si tratta di una proposta a risoluzione 2K, dunque 1440p WQHD, ma in questo caso abbiamo anche la comodità dello schermo curvo. Ricordiamo infatti che su un monitor da gaming la curvatura ha motivo di esistere, migliorando l’esperienza con i videogiochi in prima persona e con i giochi di guida.

La tecnologia scelta per il pannello è una VA, che assicura neri particolarmente profondi e una qualità cromatica notevole. Proprio i neri permettono di raggiungere un contrasto decisamente elevato, che restituisce una piacevolezza visiva sia durante l’utilizzo del PC per lavoro che durante le sessioni di gioco vere e proprie.
La copertura cromatica è più che soddisfacente, attestandosi introno al 122% dello spettro sRGB. Niente HDR quindi, ma la riproduzione dei colori lascia comunque contenti.

Il pannello di AOC CQ27G2U raggiunge un refresh rate di 144 hertz, che si traducono in 144 frame al secondo. Non manca il supporto al FreeSync di AMD, che copre nel range che va dai 48 ai 144 hertz. Il monitor risulta compatibile anche con Nvidia G-Sync, dunque potrete godere di un notevole aiuto nella gestione della sincronia verticale a prescindere dalla scheda video utilizzata.

Come prevedibile, la mancanza più evidente di questo monitor gaming sono proprio i tempi di risposta. La tecnologia VA è infatti la più lenta fra le tre disponibili, e comporta dei tempi di risposta mediamente elevati. La documentazione ufficiale parla di appena 1ms, ma si tratta purtroppo di valori teorici, diversi da quanto abbiamo riscontrato. In realtà è possibile notare un po’ di ghosting durante i movimenti più rapidi, ma come al solito dipende tutto dalla sensibilità del vostro occhio. Nei nostri test abbiamo misurato circa 13 millisecondi per un ciclo completo nelle migliori situazioni possibili.

Se amate i videogame offline, gli adventure, i giochi di ruolo e compagnia, il monitor gaming AOC CQ27G2U andrà benissimo per le vostre esigenze. Consigliamo come al solito di acquistare il prodotto su Amazon, in maniera tale da avere tutto il tempo necessario per testarlo con mano, e valutare se desiderate tenerlo o restituirlo. Questo perché, come con tutti i pannelli VA, è presente anche qui un po’ di ghosting, causato dai tempi di risposta elevati. Potrete percepirlo o meno, potrà darvi fastidio o meno, dipende tutto dal vostro occhio, dunque vale la pena di provare sulla propria pelle.



Dimensioni 32″
Risoluzione 2560 x 1440
Curvatura
Tecnologia VA
Refresh 144Hz
Input lag 3.5ms
Tempi Risposta 6.5ms
Sincronia FreeSync (+ G-Sync)
Profondità 8bit
Luminosità 320 nit
Prezzo consigliato 390€
>> Compra su eBay

LG 32GK650F – Ottima opzione VA a 144 hertz

Sulla soglia dei 400 euro troviamo un altro monitor gaming 2K realizzato da LG, basato su tecnologia VA. Come forse saprete, VA significa soprattutto ottimi contrasti e neri molto profondi, ma di solito i tempi di risposta non sono un granché. Vi farà piacere sapere che in questo caso parliamo di valori accettabilissimi, e allineati con quelli dei monitor IPS.
È un monitor a 8 bit, senza supporto ad HDR e con una riproduzione standard dal range sRGB. Il rapporto qualità prezzo è comunque eccellente, sia per la qualità visiva che per la cura con cui questo modello è stato realizzato.
Ci sono accorgimenti interessanti, come la possibilità di ruotare il pannello per usare il monitor in modalità ritratto, e la qualità costruttiva è molto convincente.

Questo LG 32GK650F raggiunge un massimo di 144 hertz, e supporta nativamente FreeSync da 45 a 144 frame al secondo. Abbiamo testato il monitor anche con scheda video Nvidia, e confermiamo una piena compatibilità con G-Sync.
Nonostante utilizzi un pannello di tipo VA, questo monitor gaming di LG vanta tempi di risposta molto contenuti. Abbiamo misurato circa 6.5 millisecondi, un valore paragonabile a quello di una tecnologia IPS. Anche l’input lag ci ha lasciati pienamente soddisfatti, fermandosi a circa 3,4 millisecondi. Abbiamo in totale meno di 10ms di lag, performance che non capita spesso di trovare su pannelli si questo tipo.

Come accennato manca purtroppo il supporto ad HDR, anche perché la luminosità di punta si ferma a 320 nits. Considerato tuttavia il prezzo del monitor e la diagonale da 32 pollici riteniamo che sia un compromesso più che accettabile.

Anteprima Prodotto Prezzo
LG 32GK650F Monitor, Nero LG 32GK650F Monitor, Nero 359,99 EUR

In definitiva questo monitor VA è tranquillamente associabile a un IPS in quanto a tempi di risposta, e permette di giocare senza problemi quasi a tutti i generi di videogame. È possibile divertirsi senza troppi problemi anche con gli FPS online, mentre generi come adventure, platform e similari possono approfittare di contrasti accentuati e neri davvero profondi. Un ottimo monitor gaming, e uno dei migliori rappresentanti delle potenzialità dei pannelli VA.



Dimensioni 27″
Risoluzione 2560 x 1440
Curvatura
Tecnologia IPS
Refresh 144Hz
Input lag 4ms
Tempi Risposta 4ms
Sincronia FreeSync (+ G-Sync)
Profondità 10bit | 98% DCI-P3
Luminosità 370 nits
Prezzo consigliato 550€
>> Compra su eBay

LG 27GL850 – Il miglior monitor gaming 2K da 27 pollici

LG 27GL850 è in assoluto il miglior monitor gaming da 27 pollici con risoluzione 2K. Il vantaggio principale risiede nel pannello, che in questo caso è di tipo IPS, e raggiunge il miglior compromesso tra qualità visiva e tempi di risposta. Rispetto a un TN è quindi un po’ più lento (in realtà neanche tanto), ma ha dei colori e degli angoli di visione nettamente superiori. Se paragonato a un VA invece ha un contrasto inferiore, ma i tempi di risposta sono molto più rapidi, e consentono di giocare a qualsiasi videogame senza problemi, sia in single player che in multiplayer.

La diagonale da 27 pollici ne fa un prodotto dalle dimensioni piuttosto contenute, buone per la stragrande maggioranza dei giochi. È una misura un po’ eccessiva per gli FPS da mouse e tastiera, ma si gioca comunque degnamente. Tutti gli altri generi invece riescono a godere appieno della diagonale, che dovrà ovviamente essere adattata alla distanza di utilizzo.
Essendo un monitor da gaming troviamo un refresh massimo di 144Hz, che diventano 144 frame al secondo potenziali. Se sommiamo questo valore alla risoluzione 1440p, è chiaro che avremo bisogno di una scheda video di un certo livello se vogliamo sfruttare questo monitor a dovere.
Da questo punto di vista ci viene in aiuto il supporto diretto a FreeSync, e la compatibilità con G-Sync di Nvidia. Avrete quindi accesso alla sincronia verticale via hardware sia con schede video Nvidia che AMD, in un range che va dai 48 ai 144 hertz (usando la DisplayPort). Significa un po’ di lavoro in meno per la scheda video, e qualche fotogramma in più per i vostri videogiochi.

I tempi di risposta del pannello ci hanno lasciati soddisfatti. Non abbiamo notato fenomeni di scie o ghosting, e nei nostri test abbiamo rilavato circa 4ms, che insieme ai 4ms di input lag restituiscono 8ms totali di latenza, un valore di cui è davvero difficile lamentarsi, eccellente su qualsiasi tipo di videogame.

Elemento molto interessante di questo modello è l’ottima calibrazione di fabbrica, da non dare mai per scontata. Anche senza operare modifiche ai bilanciamenti dei valori, il monitor si comporta egregiamente un po’ in tutti i campi. Se non siete particolarmente pazienti o non disponete di strumenti per la calibrazione è senza dubbio un’ottima notizia.




Migliori monitor PC 4K

Chi dispone di un PC da gaming di fascia alta vorrà sicuramente puntare a giocare in 4K, ovvero 2160p. Per fare ciò è necessario un monitor 4K, e il mercato ci viene incontro con parecchie proposte interessanti.
Con i giusti accorgimenti è possibile giocare in 4K anche con una GTX 970 o con una RX 5500 XT. Per potersi gustare tutto in scioltezza consigliamo comunque di salire di uno o due step, per evitare di sacrificare elementi importanti come shader, qualità delle texture e occlusione ambientale.
I monitor 4K hanno senso già dai 27 pollici, le differenze con un Full HD sono notevoli. Ovviamente incrementando le dimensioni aumentano anche i benefici della più alta definizione.
Vediamo quali sono i migliori monitor gaming 4K attualmente in commercio.

I giocatori PS5 e Xbox Series X devono prestare maggiore attenzione. È bene ricordare infatti che le console non sono dotate di DisplayPort, ma solo di HDMI 2.1. Ciò significa che, utilizzando una console, potrete raggiungere i 120 frame al secondo il 4K solo se il monitor è dotato di ingresso HDMI 2.1.


Dimensioni 32″
Risoluzione 3840 x 2160
Tecnologia VA
Refresh 60Hz
Input Lag 9ms
Tempi Risposta 14.5ms
Sincronia FreeSync (+ G-Sync)
Profondità 10bit | HDR 400
Luminosità 270 nits
Prezzo consigliato 475€
>> Cerca su eBay

BenQ EW3270U – 4K da 32 pollici

Chi volesse dedicarsi al gaming in 4K preferendo le dimensioni piuttosto che le feature troverà interessante questo BenQ EW3270U. Ha una diagonale da ben 32 pollici, rapporto di forma 16:9, e un costo inferiore ai 500 euro, per un ottimo rapporto qualità prezzo. Facciamo attenzione, perché questo monitor esiste anche in variante da 28 pollici, ma in questo caso monta un pannello TN, molto diverso da quello VA che stiamo andando ad esaminare.

BenQ EW3270U non ha performance da monitor da gaming, ma considerato il refresh da 60 hertz risulta davvero molto bilanciato.
Non aspettatevi le linee aggressive in stile Acer Predator o MSI, questo è un dispositivo pensato per un utilizzo non strettamente legato al gioco. Se non giocate esageratamente in competitiva online rimarrete comunque soddisfatti, grazie anche alla piena compatibilità sia con FreeSync che con G-Sync.

Abbiamo un pannello VA che restituisce colori ottimi. La calibrazione di fabbrica è buona ma non perfetta, e c’è quindi margine per un certo miglioramento giocando con le impostazioni. In SDR abbiamo una copertura pressoché totale dello spazio colore sRGB, e in HDR viene coperto poco più dell’81% del DCI-P3. Purtroppo la luminosità di picco non è sufficiente per avere buoni risultati nel gaming HDR, dove si registrano circa 270 nit massimi. Lasciatelo disattivavo. In questa fascia di prezzo non ci aspettavamo comunque nulla di diverso. Nell’utilizzo generale comunque il monitor si comporta molto bene, senza criticità di alcun tipo.

Sempre parlando di gaming, BenQ EW3270U sa difendersi bene, considerando però il limite dei 60Hz, quindi non potrete superare i 60fps. Detto questo, sia i tempi di risposta che l’input lag lasciano soddisfatti. Teniamo presente, di nuovo, che parliamo di un monitor a 60 hertz, dunque ci interessano tempi di risposta inferiori ai 17ms. In questo caso raggiungiamo circa i 14.5, quindi non c’è alcun problema di ghosting né blur. L’input lag è invece paragonabile a quello di un’ottima TV con HDMI 2.1, con 9ms totali sia con HDR che senza. È più lento rispetto ai monitor da gaming più performanti, ma è in assoluto un buon risultato. Consideriamo infatti che, nel 2020, si considerano ancora i 20/22ms come tetto massimo per poter avere una lag di buon livello. Dai 25ms a salire si iniziano a notare delle mancanze. In questo caso dunque nulla di preoccupante, per quanto manchino le performance al top dei monitor gaming più competitivi.


Monitor Gaming Asus ROG Swift XG27UQ


Dimensioni 27″
Risoluzione 3840 x 2160
Tecnologia IPS
Refresh 144Hz
Input Lag 3.5ms
Tempi Risposta 7.0ms
Sincronia FreeSync (+ G-Sync)
Profondità 10bit | HDR 400
Luminosità 400 nits
Prezzo consigliato 1.000€
>> Cerca su eBay

Asus ROG Strix XG27UQ – Gaming in 4K a 144Hz

Per quanto costosa, la serie ROG di Asus offre tanti prodotti di alta qualità, e il monitor Strix XG27UQ non fa eccezione. Il design è quello tipico della serie da gaming Strix, quindi una certa presenza di rosso e linee molto aggressive.
È un monitor 4K da 27 pollici, capace di una frequenza massima di 144Hz. Considerate le dimensioni contenute e l’elevata risoluzione, in tanti casi potrete fare a meno del filtro anti aliasing durante il gaming, per la gioia della vostra scheda video. In pratica guadagnerete qualche frame in più.

Questo monitor colpisce prima di tutto per la qualità dei colori. Con una luminosità di punta di circa 400nit, potremo apprezzare infatti un buon HDR. Certo, non è comparabile a quello di una TV di fascia alta, ma è comunque un miglioramento notevole con i videogiochi rispetto al tradizionale SDR. Oltre a questo, anche i giochi che non supportano la gamma cromatica estesa potranno venire apprezzati al meglio, attivando delle modalità che consentono di sfruttare al meglio lo spettro sRGB, senza creare danni come banding o clouding. Anche i giochi più vecchi quindi ricevono dei miglioramenti alle ombreggiature, appaiono un po’ più saturi, contrastati, sono più piacevoli alla vista.
Questo monitor copre in effetti il 90% dello spazio DCI-P3, che lavora insieme agli ottimi contrasti e alla buona luminosità. Così facendo si migliora la percezione da parte del nostro occhio, sia durante il gaming che nel consumo di contenuti multimediali.

Purtroppo i tempi di risposta non sono proprio entusiasmanti, attestandosi sui 7ms medi, e un range che oscilla dai 3 ai 12ms. Speravamo in qualcosa di meglio, ma comunque sufficienti per giocare a qualsiasi videogame senza fastidi, anche a 144Hz. In via teorica, per evitare ghosting e blur in un monitor gaming a 144Hz sarebbe necessario stare appena al di sotto dei 7ms. Con questo modello siamo quindi proprio al limite, ed alcuni utenti noteranno delle piccole mancanze quando giocheranno a 144 frame al secondo. Scesi intorno ai 120FPS appare invece tutto perfetto.
Eccellente infine l’input lag, che si ferma ad appena 3,5ms, e il supporto sia a FreeSync di AMD che a G-Sync di Nvidia.


Asus ROG Strix PG27UQ , straordinario con qualsiasi tipo di videogame, ma costosissimo.


Dimensioni 27″
Risoluzione 3840 x 2160
Tecnologia IPS
Refresh 144Hz
Input Lag 4.5ms
Tempi Risposta 3.5ms
Sincronia G-Sync
Profondità 10bit | HDR 1000
Luminosità 1000 nits
Prezzo consigliato 2.200€
>> Cerca su eBay

Asus ROG Swift PG27UQ – Un mare di soldi, ma è il migliore

Se volete il meglio che i soldi possano comprare, ASUS ROG Swift PG27UQ è il monitor gaming su cui vorrete concentrarvi. Costa un patrimonio – è bene chiarirlo subito – oltre i 2.000 euro, ma quello che vi portate a casa è praticamente perfetto. Come il nome lascia intendere, questo è appunto un prodotto della serie ROG, dunque dotato di forme aggressive e una qualità costruttiva notevole.

Il display ha una diagonale da 27 pollici, che non sono tanti, ma rappresentano un ottimo compromesso per tutte le tipologie di videogame da una distanza da scrivania. Non avrete i 24 pollici “perfetti” necessari per gli FPS, ma con i 27 sarete più contenti in qualsiasi altro genere, guadagnando un po’ di spazio che non fa mai male.
La risoluzione è una 2.160p, con rapporto quindi a 16:9. Non ci sono le limitazioni alla frequenza tipiche della prima generazione: con questo monitor gaming potrete raggiungere i 144 hertz, dunque 144 frame al secondo.

La qualità dello schermo è di altissimo livello. Abbiamo alla base una tecnologia IPS che garantisce colori brillanti e buoni angoli di visione. Considerato il prezzo non sorprende sapere che il monitor viene calibrato in fabbrica, in maniera tale da offrire un Delta Error inferiore ai 3 punti. C’è un Full Array Local Dimming che si occupa di gestire la retro-illuminazione in maniera ottimale, senza creare aloni o sbilanciamenti in nessuna delle aree dello schermo. Non capita spesso negli schermi di queste dimensioni, specie nei monitor gaming.

Asus ROG PG27UQ offre un supporto piuttosto completo ad HDR, in virtù di un pannello a 10 bit che copre il 98% dello spazio DCI-P3 e una straordinaria luminosità di picco di 1000 nits. Significa che, nei contenuti HDR, questo monitor è capace di offrire risultati sensibilmente superiori alla stragrande maggioranza delle TV attualmente in commercio.

Non manca poi il supporto diretto a G-Sync di Nvidia, che copre l’intero range di frequenze gestendo la sincronia verticale via hardware.
Anche i tempi di risposta e di latenza sono particolarmente bassi nonostante la tecnologia IPS, arrivando a un totale cumulativo di circa 8ms. Potrete quindi dedicarvi a videogiochi di qualunque genere ottenendo sempre il massimo, sia online che offline.



Migliori monitor PC gaming 21:9

I monitor 21:9, anche chiamati Ultrawide, vengono considerati da molti come una sorta di Mecca dei videogiocatori. Sono display più schiacciati, più lunghi, stanno ai monitor 16:9 come loro stessi stavano ai vecchi display in 4:3. Passare a un monitor gaming ultrawide a 21:9 consente di raggiungere un coinvolgimento sensibilmente superiore rispetto a quanto possibile in 16:9. Il gameplay migliora, c’è un senso di immersione che segna una differenza profonda con i monitor tradizionali, in particolare se il display è curvo. Molti giocatori, dopo aver provato i 21:9, hanno serie difficoltà a tornare al vecchio standard a 16:9. Oltre agli indiscutibili vantaggi nei videogiochi non va sottovalutata la maggiore produttività, resa possibile dallo spazio notevolmente aumentato. Chi lavora con più programmi aperti potrà semplicemente affiancarli in finestra. Una gran comodità per tutti insomma!

 


Dimensioni 34″
Risoluzione 3440 x 1440
Curvatura 1800R
Tecnologia VA
Refresh 100Hz
Input Lag 5ms
Tempi Risposta 8ms
Sincronia FreeSync (+ G-Sync)
Profondità 8bit | sRGB 110%
Luminosità 214 nits
Prezzo consigliato 475€
>> Cerca su Amazon
>> Cerca su eBay

MSI Optix MAG341CQ – Fino a 100 frame al secondo, senza HDR

MAG341CQ di MSI è un monitor gaming ultrawide da 34 pollici con risoluzione 2K e una curvatura piuttosto marcata. Fa parte dei dispositivi gaming di MSI, ed è caratterizzato da un rapporto qualità prezzo molto interessante. Non ha caratteristiche al top in nessun ambito particolare, ma rappresenta invece un ottimo inizio per chi voglia provare il gaming in ultrawide senza spendere cifre astronomiche.

Il pannello si basa su tecnologia VA, per neri molto profondi e colori contrastati. Dopo aver smanettato un po’ con le impostazioni siamo riusciti a regolare i colori in modo efficace. Rimane un delta error non bassissimo, ma siamo entro i limiti per questa fascia di prezzo, e la copertura cromatica è comunque convincente, con un 110% dello spettro sRGB per 8bit. Questo significa che non raggiungiamo una gamma sufficiente per gestire HDR, che purtroppo non viene quindi supportato dal monitor in questione. Considerato comunque che la luminosità di picco si ferma a soli 214 nit (sui 250 dichiarati dal produttore), è evidente come anche un’eventuale compatibilità non avrebbe portato a risultati degni di nota. Esistono infatti fin troppi monitor gaming in teoria compatibili con HDR, che però si finisce inevitabilmente per disabilitare perché la qualità non lascia soddisfatti, “rompendo” i colori in maniera fastidiosa. In questo caso ci si accontenta di un normale sRGB, ben coperto e che svolge il proprio lavoro senza intoppi. Il fatto che ci sia un po’ di delta error significa che questo monitor non è proprio il massimo se desiderate utilizzarlo con Photoshop e programmi di grafica, ma questo è vero un po’ per tutti i monitor a pannello curvo, quindi niente di drammatico.

Le performance nel gaming sono solide, seppur con qualche sacrificio. Partiamo col dire che il pannello supporta fino a 100Hz, dunque non potrete andare oltre i 100 frame al secondo. Questi potrebbero non essere abbastanza per i giocatori impegnati nel gaming competitivo, magari alla ricerca dei 144Hz o superiori. Allo stesso tempo, un giocatore di quel tipo preferirebbe forse un monitor gaming più piccolo, e riteniamo quindi che questo modello sia indirizzato a un’altra fetta di utenti. Se amate le esperienze single player, 100 frame al secondo sapranno farvi contenti nella stragrande maggioranza dei casi.
L’input lag si ferma a 5ms di latenza, dunque nessun problema con alcun tipo di gioco. I tempi di risposta medi sono di circa 8ms, che su 100Hz possono andare quasi sempre bene. Potreste avvertire un filo di ghosting, ma non abbiamo trovato il problema tanto evidente da essere considerato un difetto degno di nota.



Dimensioni 34″
Risoluzione 3440 x 1440
Curvatura 1500R
Tecnologia VA
Refresh 144Hz
Input Lag 4ms
Tempi Risposta 8ms
Sincronia FreeSync (+ G-Sync)
Profondità 8bit | HDR 10
Luminosità 230 nits
Prezzo consigliato 530€
>> Compra su Amazon
>> Compra su eBay

AOC CU34G2X – Monitor gaming ultrawide validissimo con HDR finto

AOC offre proposte interessanti in tutti i segmenti di monitor gaming, e gli ultrawide non fanno ovviamente eccezione. Poco al di sopra dei 500€ troviamo infatti CU34G2X, un 21:9 da 144Hz con pannello curvo e risoluzione 2K. Si presenta bene, con lo stile tipico della serie gaming di AOC, aggressivo senza però scadere nel tamarro.
Grande la comodità offerta dalle 4 porte USB 3.2. Purtroppo nessuna di queste è accessibile lateralmente, ma sono collocate invece 4 su uno dei lati inferiori. Non risultano comodissime da raggiungere, sono più che altro per periferiche che non vengono mosse in modo eccessivo.

Fa piacere apprendere che il monitor viene calibrato in fabbrica fino a ottenere un delta error inferiore ai 3 punti e un’ottima uniformità nei diversi punti del pannello. Questo è facilmente apprezzabile dai cromatismi del monitor, che appaiono da subito naturali e molto accurati. Sconsigliamo di giocare con le impostazioni, perché è improbabile che possiate raggiungere molto di meglio.
Pur supportando in teoria HDR 10, il nostro consiglio è di non abilitarlo, perché la luminosità di picco risulta davvero troppo bassa per gestirlo in maniera soddisfacente. Abbiamo registrato poco meno di 230 nits totali, che vanno benissimo per giocare in SDR, ma non sono in grado di garantire buone performance nel range dinamico. Considerata comunque l’ottima calibrazione di fabbrica, dei neri particolarmente profondi e una copertura dello spazio RGB di circa il 125%, il gaming in SDR con questo monitor si rivela molto piacevole.

Sono disponibili naturalmente più modalità di Overdrive tipiche dei monitor gaming. Sconsigliamo di spingere le impostazioni troppo in alto, o si rischia di incorrere in un fastidioso ghosting.
I tempi di risposta per un ciclo completo sono di 8ms, mentre l’input lag si attesta intorno ai 4ms. Considerati i 144Hz, l’ideale sarebbe avere un tempo di risposta inferiore ai 6,94ms. In questo caso abbiamo in media 1ms in più, che non è ideale, ma non è nemmeno tragico. Provate sulla vostra pelle e con i vostri occhi, ricordate sempre che Amazon è uno strumento utilissimo per provare periferiche di questo tipo. L’input lag è invece eccellente, nulla da ridire.

In definitiva questo è un monitor gaming di ottima qualità, con l’unico reale difetto dato da un HDR che c’è ma che è come se non ci fosse.


asus rog pg348q migliori monitor pc gaming


Dimensioni 34″
Risoluzione 3440 x 1440
Tecnologia IPS
Refresh 100Hz
Input Lag 8ms
Tempi Risposta 4ms
Sincronia G-Sync
Profondità 8bit
Luminosità 320 nits
Prezzo consigliato 850€
>> Driver Monitor
>> Compra su Amazon
>> Compra su eBay

Asus ROG Swift PG348Q – Eccellenza Asus in 21:9 curvi

Asus ROG PG348Q è uno dei migliori monitor gaming attualmente in commercio basato su tecnologia IPS. Certo, non è veloce come un TN, ma compensa con caratteristiche tecniche davvero interessanti.

Cominciamo col design, molto aggressivo e appariscente, come si conviene alla serie ROG. È un modello dalle dimensioni generose, forte dei suoi 34 pollici e del rapporto a 21:9.
Il refresh di base è a 60 hertz, che diventano 100 in overclock, consumando pochissimi watt in più. G-Sync si attiva a partire dai 30 frame al secondo coprendo fino ai 100. I giocatori più esigenti tendono a volere monitor gaming dai 120 hertz a salire, ma per tantissimi riuscire a raggiungere i 100 frame al secondo a questa risoluzione è molto più che sufficiente.

Altro elemento che i giocatori più competitivi devono considerare è la natura IPS del display. I tempi di risposta dichiarati in g2g sono di 5 millisecondi, ma nei nostri test sono risultati di un millisecondo più rapidi, molto bene quindi. Per raggiungere questo valore abbiamo però dovuto attivare la modalità Extreme Overdrive, che deteriora un po’ l’immagine sacrificando il lavoro dell’algoritmo. Meglio probabilmente perdere un millisecondo e ottimizzare l’impatto visivo.
L’input lag è invece di circa 8ms, portando la lag totale a circa 12ms, un valore molto buono per qualsiasi tipo di videogame.

Asus ROG Swift PG348Q ha un pannello a 8bit con una buona copertura cromatica, ma chiaramente non supporta alcuno standard HDR. Questo anche per via della luminosità, che si ferma a 320 nits. Andranno benissimo sia per giocare che per i normali utilizzi di un PC, ma non può competere con i pannelli di fascia alta.

Garantito nativamente il supporto a G-Sync, quindi nessun problema per chi sia alla ricerca di un monitor gaming da associare alla propria scheda video Nvidia.



Potrebbero interessarti:

Un commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *