Borderlands 3: una spirale di falsità da 2K e Gearbox