Abbiamo aspettato fino alle 2 di notte prima di poter leggere il primo comunicato ufficiale di Bungie dopo la sommossa dei fan delle ultime settimane. Per chi non fosse al corrente, centinaia e centinaia di giocatori di Destiny 2 hanno invaso i forum ufficiali chiedendo a gran voce di rimuovere l’Everversum, il negozio ingame dedicato alle micro transazioni e ai loot box. La richiesta nasce dal fatto che il gioco viene venduto a prezzo pieno, ed offre espansioni e Season Pass anch’esse vendute ai soliti prezzi. Considerato che la quasi totalità dell’endgame è incentrata sui loot box per ottenere contenuti di natura cosmetica, i giocatori si sono giustamente stancati, incazzandosi di brutto ed esigendo che gli sviluppatori si concentrassero su ricompense legate alle attività di gioco piuttosto che a dei tristissimi loot box.

La risposta di Bungie è arrivata, lascia contenti solo a metà, ma può essere intesa come un inizio. Un inizio che però forse sta arrivando un po’ troppo tardi.
I piani di Bungie coprono alcune delle criticità evidenziate dai giocatori, ma non tutte e non nel modo in cui avremmo voluto.

ikora rey destiny 2Destiny 2 Eververse Update

Cominciamo con l’Eververse, che Bungie ha deciso di mantenere e di ridimensionare all’interno del gioco. A quanto pare l’azienda sarà più “generosa” sulla quantità di loot box distribuiti negli eventi a tempo, a cominciare da quello di San Valentino. Durante le celebrazioni si otterrà un loot box addizionale ogni volta che saliremo di livello, all’interno del quale troveremo oggetti legati all’evento stesso.
E’ un passo avanti rispetto a The Dawning (L’Aurora), dove il numero di ricompense era fisso ogni settimana. Tuttavia, durante le celebrazioni natalizie potevamo contare anche sulle ricompense giornaliere di Ikora Rey, mentre non è chiaro se durante le festività di San Valentino sarà presente un sistema simile.

Inoltre sia i Ghost, che gli Astori, che gli emote non saranno più contenuti esclusivi dell’Everversum, ma diventeranno ricompense delle attività di gioco, cosa molto più sensata. Questo non significa necessariamente che il negozio ingame smetterà di venderli, ma solo che sarà possibile ottenerli anche in altri modi.
Finché non si tratta di pay to win può anche starmi bene. Ma se inventano un Ghost esotico che ti incrementa la qualità dei drop di tutti gli eventi pubblici non possono renderlo esclusivo dell’Everversum. Se anche voi giocate sapete senza dubbio a quale oggetto mi sto riferendo. Adesso dipenderà tutto da come giocheranno le loro carte.

Bungie fa sapere inoltre che implementerà una sistema per acquistare determinati oggetti in modo diretto. In teoria significa che alcune ricompense presenti nei loot box diventeranno semplici micro transazioni. Ok Bungie, ma stiamo ancora parlando di un gioco venduto a prezzo pieno. Mi sa di grande cappella.

cappella palatina

Un esempio di grande cappella

Le novità per l’Eververse sono tutte qui, non ci hanno convinto pienamente ma è un lieve miglioramento. E’ sufficiente? Assolutamente no, e le prime reazioni sul forum ufficiale ne sono la prova. La gente non vuole i loot box in un gioco da 70 euro con un Season Pass che te ne chiede altri 35. I giocatori vogliono contenuti e ricompense, desideriamo essere invogliati a giocare e, indovina un po’, farci incazzare non è una strategia vincente.

I numeri parlano chiaro: circa 9 milioni di copie vendute e circa 350.000 persone nel Crogiolo. In molti hanno rivenduto il gioco, tanti sono passati ad altro, altri sono tornati al ben più completo Destiny 1. Sì perché i giocatori sono giocatori, e come il nome dovrebbe lasciare intendere amano i giochi! In un presente che offre blockbuster come Battlegrounds, Fortnite, il sempreverde Overwatch e l’imminente Monster Hunter World è necessario essere competitivi per convincere i potenziali clienti. E Destiny 2 al momento è tutto fuorché competitivo.

La Maledizione di Osiride - La Foresta InfinitaLe altre “novità”

Bungie ha continuato il proprio intervento annunciando alcune novità, che arrivano a grande richiesta. Ci saranno ricompense specifiche per i raid, la rimozione del limite di tempo nel Cala la Notte (Nightfall), la possibilità di giocare in PvP anche in squadre da 6 contro 6, l’arrivo dei match privati nel PvP e l’incremento dello spazio nel deposito.
Tante belle novità. No? Hmm…
Hmm…

In realtà sono stato un po’ impreciso… Perché non sono novità. Sono tutte cose già ampiamente sperimentate, provate, rodate e apprezzate nel primo Destiny. Per qualche motivo gli sviluppatori avevano deciso di rimuoverle da Destiny 2. Ora le inseriscono di nuovo.
Se rimuovi una cosa che funziona, mi fai incazzare e poi la rimetti perché non vuoi che io sia incazzato non aspettarti un ringraziamento. Hai sbagliato nel momento stesso in cui hai pensato che fosse sensato riparare una cosa che funzionava. Accendiamo il cervello, gentilmente.

Tutto ciò che manca in Destiny 2

Tutte queste modifiche saranno implementate gradualmente, a partire dal 30 Gennaio e continuando a lavorare fino all’inizio dell’Estate. Bungie ha già le idee chiare sui lavori fino alla fine dell’anno.
Nessuna di queste idee contempla il recupero dei pianeti, delle mappe PvP e dei raid del primo Destiny. Non c’è ovviamente l’intenzione di rimuovere l’Eververse. Nessun cenno a un possibile rifacimento dell’armamentario, che al momento esclude quasi del tutto sia i fucili di precisione che i fucili a pompa in favore dei lanciamissili. Manca alcun tipo di piano per dare un senso di continuità con il precedente capitolo, che è stato praticamente cancellato con un colpo di spugna.
Omnigul, Taniks, Oryx, Golgoroth e affini non esistono più.

Destiny 2

Il pacchetto Destiny 1 è il più interessante

Proprio in questi giorni sono tornato a giocare al primo Destiny con 4 amici. Dopo il primo, atroce impatto con la grafica di gioco (passare da PC a PS4 è la morte) devo ammettere che il feeling generale è molto diverso, più coinvolgente. Il primo capitolo ha goduto di quattro espansioni, si è arricchito con tanti contenuti, ha un buon numero di attività a cui potersi dedicare.
Per 25 euro vi portate a casa un gioco enorme, neanche lontanamente paragonabile a quanto offra Destiny 2 al momento.
E non venitemi a dire che Destiny 2 ha una sola espansione mentre Destiny 1 ne ha 4, perché Destiny 2 non avrebbe mai dovuto cancellare tutti i vecchi contenuti. E’ stata una scelta insensata in termini di trama, insensata in termini di continuità, insensata in termini di gameplay.
Perché buttare nel cesso anni di lavoro con un MMO? Questo genere tende a creare realtà che richiedono coerenza interna. Facciamo sempre un gran parlare di lore, di coinvolgimento, di universi narrativi da esplorare e approfondire. E la soluzione di Bungie è cancellare quanto fatto con Terra, Luna, Venere e Marte. Posso capire in termini logici l’Astrocorazzata. Ma dio santo.

Personalmente ho già fatto il 335 su Destiny 2. Credo che continuerò a entrare ingame per provare le novità e farmi un’idea, ma non più di questo. Il PvP del primo capitolo mi sta divertendo di più, ci sono un sacco di mappe, Corte della Vedova è sempre uno spettacolo.
Al momento Destiny 2 è nel limbo. E la mia fiducia in Bungie ha raggiunto lo zero assoluto.