Nel primo pomeriggio di giorno 29/03 è stato rilasciato il sesto bersaglio elusivo per Hitman 2, attraverso un contratto denominato The Black Hat. Esso ha luogo a Parigi, all’interno della missione principale “Guastafeste”.
Intanto è bene specificare: il bersaglio elusivo non è un DLC, pertanto è disponibile gratuitamente per tutti quelli che abbiano acquistato il gioco (per quanto possa essere ambientato nelle destinazioni di Hitman 1, e quindi richiedere anche il possesso di quest’ultimo). E’ invece un evento a tempo che dura 10 giorni e, nel caso in cui venga completato con successo, garantisce l’accesso ad abiti ottenibili esclusivamente in questo modo.
La maggiore peculiarità tuttavia è l’impossibilità di ripetere la missione. In parole povere, se si muore è finita. Come se ciò non fosse già abbastanza, il bersaglio elusivo non viene individuato dall’Istinto dell’Agente 47 rendendo l’operazione una vera e propria investigazione basata su minimi indizi iniziali.

Hitman 2: The Black Hat

Una volta fatte queste doverose premesse concentriamoci su questo The Black Hat. Scopo del contratto sarà eliminare un temibile hacker il cui nickname è “Protagonist”, possibilmente senza allertare guardie o videocamere. Come detto poco prima, la difficoltà è data dal non conoscere praticamente nulla dell’obiettivo se non il suo amore per una particolare marmellata (di pesche/albicocche, se non erro). A inizio missione viene dato anche un altro indizio, che si rivelerà cruciale nel caso in cui non vogliate vagare per la mappa intera di Parigi come il sottoscritto, evitando l’unica zona interessata poiché distratto mentre veniva comunicato questo “aiuto”. Ancora ora mi chiedo come mai una cosa così importante non sia inserita nel video di presentazione della missione…

hitman 2 black hat bersaglio elusivo

In ogni caso, una volta prestata la giusta attenzione a tali suggerimenti, portare a termine con successo l’evento non sarà difficile. Volendo evitare spoiler potrebbe essere opportuno avere in dotazione iniziale veleno e diversivi. Inutili invece (a mio parere) armi e grimaldelli. Come posizioni iniziali inoltre sono avvantaggiate quelle ai piani superiori.

Riassumendo, per The Black Hat, sesto bersaglio elusivo di Hitman 2, sarà fondamentale rimanere concentrati sui dialoghi ed agire con circospezione, poiché non si potranno avere seconde opportunità. Warner Bros stessa ha ammesso di aver ideato questa modalità per offrire un’esperienza di gioco quanto più verosimile possibile, ed in effetti si potrebbe definire una trovata efficace. Non resta che augurarvi buona fortuna, Agenti.