Secondo alcune indiscrezioni trapelate attraverso il forum di Neogaf, sembrerebbe che la situazione del presidente Nintendo, Satoru Iwata, sia peggiore di quanto ci si aspettasse. Non bastano infatti gli innumerevoli problemi di salute del dirigente, ma sembra anche che gli investitori e il Consiglio di Amministrazione stiano facendo pressioni per ottenere le sue dimissioni.

Motivo fondamentale dello scontento sarebbe l’ostinazione di Iwata di investire nelle home console, elemento che – a detta del consiglio – avrebbe portato al fallimento commerciale chiamato Wii U, quando sarebbe stato meglio investire su piattaforme alternative. Nello specifico, il rumor parla della volontà del Consiglio di portare le IP Nintendo su mobile (iOS e Android), e della forte ostilità di Iwata in tal senso, che desidera che le IP Nintendo restino esclusive delle macchine Nintendo.

Secondo il Consiglio, portare tali proprietà intellettuali su macchine del circuito mobile darebbe la possibilità all’azienda di recuperare il denaro perduto con Wii U, che rappresenta al momento uno dei più grandi insuccessi commerciali nella storia dell’azienda.

Satoru Iwata ha più volte ribadito che non ha intenzione di portare Mario e soci su dispositivi diversi, motivo per cui è improbabile aspettarsi un cambiamento di rotta per l’azienda nell’immediato futuro. Licenziamenti e dimissioni a parte, ovviamente.