Sembra che la situazione in casa Crytek sia effettivamente meno rosea di quanto la dirigenza non voglia farci credere, e i recenti rumor di alcuni dipendenti dell’azienda vengono tristemente confermati quest’oggi. Koch Media ha infatti appena annunciato di aver acquisito la nota IP di Homefront, che quindi non sarà più una proprietà intellettuale di Crytek.

Nessuna modifica sostanziale per Homefront: The Revolution, titolo annunciato lo scorso 2 giugno 2014, e che adesso verrà sviluppato da Deep Silver Dambuster Studios, team interno a Koch Media, situato a Nottingham, in Inghilterra.

Siamo entusiasti di vedere un’altra grande IP che si unisce all’universo Deep Silver,” ha dichiarato il Dott. Klemens Kundratitz. “Crediamo fortemente nel potenziale di Homefront: The Revolution e abbiamo grande fiducia nel nostro nuovo team per continuare il percorso che abbiamo intrapreso in questi ultimi anni.

Un importante acquisto dunque per una sempre crescente Koch Media, che continua a guadagnare terreno e a imporsi sul mercato internazionale come uno dei publisher più attivi e prolifici degli ultimi anni.
Dispiace ovviamente per Crytek, e ci auguriamo che il team possa risolvere rapidamente i propri problemi interni, cercando magari di essere un po’ più chiara anche nelle comunicazioni ufficiali.