Nel corso di una recente intervista rilasciata al Los Angeles Times, il guru di Nintendo Shigeru Miyamoto ha parlato dell’azienda, e del rapporto con le mode e i trend del momento. Queste le sue parole:

Non è che non mi piacciano delle storie più serie, o che non sia in grado di realizzarne, ma per adesso ci sono un sacco di designer nell’industria del videogaming che si sforzano davvero tanto per realizzare prodotti che appaiano “fighi”. Per molti di noi, in Nintendo, è davvero difficile riuscire a decidere in cosa consista questo essere figo.
Per quanto ci riguarda è molto più semplice fare autoironia, evitare di prenderci troppo sul serio. E’ come se fossimo degli artisti da strada. Il nostro modo di esibirci è creare queste cose buffe, strane, qualche volta all’apparenza goffe.

Un discorso che ritrae solo in parte la situazione attuale di Nintendo, da sempre celebre per non seguire le mode, ma d’altra parte all’arrembaggio con i nuovi Amiibo, che strizzano da vicino l’occhio ai successi commerciali di Skylanders e di Disney Infinity.
Miyamoto parla inoltre di storie più seriose come se fossero quasi sconosciute all’azienda, cosa non esattamente vera nel momento in cui pensiamo a franchise dai toni epici quali Fire Emblem o Metroid, ideato tra l’altro dallo stesso Miyamoto.