Data di Uscita 27 Marzo 2014
Piattaforme PC Windows
Versione recensita PC Windows

Nella mia personale storia videoludica, il primo impatto con la comicità all’interno di un gioco è avvenuto in tempi ormai remoti, con quel Monkey Island 2 che giocai su un vecchio 386, se la memoria non mi inganna. Tuttavia, la maggior parte dei videogame non utilizza alcun tipo di ironia, prendendosi parecchio sul serio. Di tanto in tanto capita il South Park o il Portal 2 della situazione, ma in generale si tratta di un mercato che non ha molto spazio per prodotti che facciano davvero ridere di gusto.
Per fortuna esistono le eccezioni, e l’eccezione in questo caso si chiama Magicians & Looters.

Magicians & Looters – Non è sangue, è ketchup

Fin dalle prime sequenze di gioco sarà chiaro lo spirito goliardico della produzione, che sorprenderà immediatamente unendo un’ambientazione fantasy e altrimenti seriosa a dialoghi del tutto fuori dalle righe, che strapperanno molto più di una risata a chiunque abbia una discreta conoscenza della lingua inglese (niente italiano purtroppo).

Requisiti Minimi
OS Windows XP+
CPU
RAM 600 MB
GPU 1280×720+
DirectX
HDD 1500 MB available space

I giocatori che apprezzano lo stile metroidvania si troveranno subito a proprio agio, grazie ad un’impostazione adventure a scorrimento orizzontale piuttosto canonica.
La grafica bidimensionale è mediocre, e su questo è bene essere molto chiari. Il character design appare fin troppo retrò, portando alla mente alcuni giochi di ruolo rilasciati su DOS, o addirittura certi cartoni animati del finire degli anni ’70. Una scelta che non ci ha convinto, e che non supera la mediocrità, specie se si va a mettere nel conteggio un reparto animazioni nella maggior parte dei casi anacronistico, e controlli che soffrono parecchio nelle fasi che richiedono maggiore precisione.

Tali problematiche saranno evidenti fin da subito, e senza dubbio non invoglieranno il giocatore medio a proseguire. Il che è un peccato, vista la buona qualità dell’esperienza.
Tralasciando infatti le imperfezioni dei controlli, Magicians & Looters offre un gameplay da metroidvania piuttosto rifinito, e un design delle mappe che convince senza riserve.

Utilizzando i punti di salvataggio disseminati per le mappe potremo cambiare il nostro personaggio, selezionandone uno fra i tre disponibili. Ciascuno di essi conta ovviamente su un sistema di gioco diverso, permettendoci di spaziare dalla classe tank, al damage dealer leggero a quello pesante. Ogni personaggio apprenderà nel corso dell’avventura un certo numero di abilità uniche, che resteranno legate al personaggio stesso. Queste saranno necessarie per la risoluzione dei numerosi enigmi che si pareranno sul nostro cammino, e ci porteranno a ragionare in maniera creativa per trovare la soluzione corretta.
Spesso e volentieri saremo liberi di scorrazzare in giro per il mondo con il nostro personaggio preferito, ma una certa versatilità si rivelerà comunque necessaria per riuscire a proseguire.

Il sistema di combattimento è in tempo reale, senza molte novità per produzioni di questo tipo. Le mosse a nostra disposizione sono parecchio limitate, permettendoci all’inizio solo di attaccare, saltare e schivare. La schivata ha fin da subito un ruolo piuttosto importante, dato che anche i nemici meno potenti richiederanno una certa perizia nell’essere affrontati, diversamente da quanto accade ad esempio in Castlevania.
Più gratificanti sono invece gli scontri con i pochi boss presenti nel gioco, che richiederanno una certa mobilità, miscelando azione a fasi platform e costringendoci a far pace con il sistema di controllo di cui abbiamo parlato. In tal senso è giusto dire che, dopo un po’ di pratica, anche nelle sessioni platform si riusciranno a ottenere risultati soddisfacenti.

In caso venissimo sconfitti potremo riprendere l’avventura dall’ultimo checkpoint visitato, perdendo però una parte del nostro denaro, in maniera identica a quanto avviene ad esempio nella serie Borderlands. Il denaro potrà essere speso da alcuni NPC in giro per la mappa, che ci permetteranno spostamenti rapidi con un comodo teletrasporto, o metteranno in vendita le proprie mercanzie per aiutarci nella nostra avventura.

Magicians & Looters è per molti versi più simile a Metroid che a Castlevania, grazie a una forte propensione verso l’esplorazione e a una natura più volta alla risoluzione degli enigmi che all’action nudo e crudo. Ad ogni modo né gli enigmi né i combattimenti si riveleranno troppo difficili, e in generale sarà sufficiente stare attenti alla mappa per capire come procedere. Abbiamo trovato inoltre alcuni degli enigmi davvero ben congegnati, e li abbiamo risolti con una certa soddisfazione a dispetto della difficoltà non troppo elevata.

Perché se è vero che giochiamo per divertirci, questo Magicians & Looters riesce alla perfezione nell’intento, grazie ad una trama e a dei dialoghi splendidi, che giocano con l’ironia, con il nonsense, che nel peggiore dei casi fanno sorridere, e che spesso e volentieri fanno invece ridere, e anche di gusto. Certo, la comicità viene apprezzata o meno in base al tipo di utenza e al bagaglio culturale che c’è dietro, ma da parte mia devo ammettere che questo titolo ha davvero saputo fare centro, con assurdità che tante volte mi hanno riportato alla memoria il recente (e bellissimo) South Park: The Stick of Truth.

Se la grafica del gioco è stata bollata come mediocre e fallimentare, discorso opposto va fatto invece per l’ottima colonna sonora, che ci accompagnerà con stile nel corso delle nostre avventure. A dirla tutta capita di trovare dei pezzi meno ispirati degli altri, ma in generale la qualità è più che convincente, con motivetti orecchiabili che spaziano attraverso innumerevoli generi, rivelandosi puntuali e adeguati alle diverse situazioni.

Conclusioni
Magicians & Looters risulta pesantemente limitato da un comparto visivo sottotono e che difficilmente riuscirà ad affascinare i giocatori. Si tratta di un vero peccato, perché il gameplay e il design delle mappe è a tratti sopraffino, in generale solido e divertente. Proprio il divertimento è uno dei nodi centrali di questa produzione, grazie a dialoghi sopra le righe che vi strapperanno molto più di una risata. Il gioco è caldamente consigliato, a dispetto della grafica e dei controlli non sempre perfetti, a tutti gli appassionati di metroidvania che non disdegnino una componente ruolistica e la propensione per la risoluzione di semplici puzzle. Ci sentiamo inoltre di consigliarlo a chi cerchi un prodotto ironico e capace di accompagnare con una sana dose di spirito.
+ Fa ridere, e anche tanto
+ Il gameplay è divertente e sufficientemente vario
+ Eccellente colonna sonora
+ Ottimo design delle mappe
– Graficamente mediocre
– Bizzarra sensibilità dei controlli, ma ci si abitua


Metascore nd/100
Magicians & Looters | Steam | 9.99€