Falegnami di tutto il mondo, a raccolta. Arriva pimpante anche quest’anno il consueto capitolo di Senran Kagura, serie di Tamsoft edita da Marvelous e XSEED. Burst Re:Newal è una versione rivisitata del primo Burst e racconta le origini della storia che lega le avvenenti protagoniste. Come sempre i contenuti fanservice non si fanno desiderare, e del resto parliamo proprio di un marchio espressamente dedito al piacere dei merluzzi che vivono all’interno dei nostri boxer.
Essendo il 2019 una cosa era certa: non potevano mancare le polemiche. Prevedibile, visto l’andazzo del “giornalismo” videoludico odierno, ormai dedito all’attivismo femminista più che all’analisi dei videogiochi, e ci si è messa anche la novella Sony americana che ha deciso di censurare il gioco su PS4.
Di conseguenza abbiamo scelto di recensire la versione Steam, priva di censure, e fin da ora vi consigliamo di tenere in considerazione la controparte console soltanto se sprovvisti di PC. Ma di questo ne parleremo tra un attimo. Intanto vediamo di capire cos’ha da offrire Senran Kagura Burst Re:Newal e come si posizioni nella serie d’appartenenza.

senran kagura burst re newal recensioneSenran Kagura Burst Re:Newal – Recensione

Data di uscita: 22/01/2019
Versione recensita: PC
Disponibile su: PC, PS4
Lingua: Inglese
Prezzo di lancio: €39.99

Il titolo fa parte a tutti gli effetti della categoria remake e riprende l’incipit delle avventure delle ormai celebri Shinobi appartenenti alle scuole Hanzo ed Hebijo. In pratica verremo a conoscenza di com’è iniziata la loro carriera scolastica e in che modo siano nate le varie rivalità. Impossibile fare spoiler vista la mondanità e l’inconsistenza della trama che, da tradizione, si conferma enorme pretesto per osservare balconi, paraurti e aiuole da ogni angolazione possibile.

La cosiddetta campagna dura circa 15 ore ed è suddivisa in due tranche: ognuna narra gli eventi dal punto di vista della scuola selezionata. Non ci sono grandissime variazioni né in termini di storyline né di struttura delle missioni (82 in totale) e nella maggior parte dei casi si tratterà giusto di sconfiggere qualche decina di nemici di poco conto in mappe scialbe e minuscole per poi confrontarsi con il boss di turno.

Fortunatamente non è un musou, infatti gli scontri 1 contro 1 sono prevalenti e sanno anche essere gratificanti. Pur non possedendo chissà quale livello di profondità, il combat system risulta adeguato al ritmo di gioco e abbastanza fluido. Attacchi leggeri e pesanti sono concatenabili in serie medio-lunghe, le animazioni non soffrono di fastidiosi ritardi e infine le mosse speciali (inclusa la trasformazione in shinobi, che aumenta di molto l’attacco) si confermano piuttosto sceniche. Carina anche la nuova modalità Burst che consente di sfoderare scariche potentissime al riempimento dell’apposita barra.

Senran Kagura Burst Re:Newal – Video recensione

In termini di manovre difensive troviamo parata, schivata e la new entry, il parry. Questo cambia un po’ le carte in tavola rispetto al passato e aggiunge uno strato di tatticismo ai combattimenti prima d’ora molto più piatti. Non aspettatevi un Ninja Gaiden, sia chiaro. L’impalcatura hack and slash di Senran Kagura Burst Re:Newal si mantiene ancora una volta basilare, e indirizzata dunque a un pubblico casual.

La maggior parte del titolo ruota intorno al fanservice, neanche poi troppo velatamente. La mole di contenuti estetici per personalizzare le 10 shinobi è notevole. Alcuni li trovate sbloccati, altri dovrete comprarli nel negozio con valuta in game. Tra vestiti di ogni genere, accessori strampalati e costumi da bagno al limite della legalità, (s)vestire le ragazze potrebbe portarvi via parecchie ore, considerando che è possibile creare due set attivi per ognuna, uno di partenza e un altro per la trasformazione speciale.

Visto che alcuni attacchi strappano i vestiti in ben tre livelli, essere meticolosi nella scelta dell’intimo paga. Chiaramente le nudità esplicite vengono filtrate da un brillio, altrimenti Tamsoft sarebbe finita nei guai. Alla fine è sì un paradiso dei pervertiti ma pur sempre nei limiti di un normale fanservice. Ecco perché la decisione di Sony di rimuovere del tutto la modalità “Intimacy”, che se siete intenditori conoscerete già, sembra soltanto un esercizio di stupida ostentazione pudica a sfondo politico.

In sostanza su PS4 non potrete accarezzare, massaggiare e palpeggiare le protagoniste all’interno di un piccolo minigioco volto a fargli raggiungere uno stato di eccitazione e ottenere una scenetta romantica. Al momento non sappiamo dirvi se ci sia effettivamente altro in termini di censure su console ma per quanto riguarda la versione PC Steam il peggio è stato per fortuna evitato.

senran kagura burst re newal recensione

Senran Kagura Burst Re:Newal è stato pesantemente censurato su PS4

Chiudiamo parlando di comparto tecnico e sonoro. Lo stile anime è rimasto uguale al passato, quindi discreto nella resa dei modelli ma carente in tutto il resto. Quantomeno Senran Kagura Burst Re:Newal presenta il supporto alle risoluzioni ultra HD, una decina di settaggi grafici e la possibilità di rimappare i controlli. A parte qualche sporadico calo di frame durante un paio di cutscene non sembrano esserci problemi di ottimizzazione. Il limite è di 60fps e si mantiene tale anche su schede video datate.

Il sonoro convince nella parte doppiaggi e si posiziona sulla sufficienza in termini di colonna sonora. Bug e glitch sono praticamente assenti; badate solo che a volte il gioco tende a freezarsi senza motivo all’avvio o durante i caricamenti. In quel caso andate di Alt + F4 e riavviate l’applicazione. Accade molto di rado ma gli sviluppatori dovrebbero riuscire a patcharlo entro il day one.

Accettabile


Senran Kagura Burst Re:Newal è fanservice puro e più che misurare la skill dei giocatori ne sonda il grado di perversione. Per un appassionato si tratta di un vero e proprio paradiso, ricchissimo di contenuti piccanti con cui sbizzarrirsi per un buon numero di ore. Per un utente medio è invece la solita giapponesata, di certo meglio di un musou ma comunque ben lungi dall’offrire varietà e profondità meccanica. Se non siete fan lo consigliamo solo in saldo e rigorosamente su PC, viste le censure su PS4.

Pregi Difetti
  • C’è bisogno di dirlo?
  • Il combat system appare migliorato…
  • Abbastanza longevo
  • Tantissime opzioni di personalizzazione
  • Trama trasparente
  • …ma rimane comunque basico
  • Missioni ripetitive
  • Comparto grafico piuttosto datato