Poche ore fa, il capo della direzione Xbox, Phil Spencer, ha confermato tramite il proprio profilo Twitter che la rimozione di Kinect permetterà alla GPU di Xbox One un incremento prestazionale di circa il 10%. La notizia arriva in merito alla diffusione del nuovo devkit per gli sviluppatori, che conterà dunque su una banda maggiorata, tutto a beneficio della grafica di gioco.

Interrogato riguardo la possibilità di ottenere i tanto agognati 1080p e 60 frame per secondo, Spencer ha giustamente risposto che la cosa dipenderà dagli sviluppatori stessi, e dalla maniera in cui decideranno utilizzare le risorse in più.
Ovviamente è lecito aspettarsi un miglioramento nella grafica dei prossimi titoli, ma è probabile che anche nel corso di questa generazione i 60 frame al secondo risulteranno poco proponibili in una grande varietà di titoli. Dipenderà essenzialmente da ciò su cui i developer vorranno puntare, consapevoli che texture in alta risoluzione, frame rate elevato, shader evoluti e alta definizione non sono elementi che in genere vanno a braccetto, in particolare su hardware moderatamente performanti come possono essere quelli console.
Bisognerebbe poi tener conto delle limitazioni intrinseche nel software, che in genere sfrutta davvero poco di quanto sarebbe possibile.