Parlando ai microfoni di CVG, il CEO di Ubisoft, Yves Guillemot, ha toccato l’argomento Nintendo, in particolare riguardo Wii U, le sue vendite e il supporto delle terze parti.

Guillemot ha subito chiarito che Ubisoft non ha voltato le spalle alla console Nintendo, ricordando che titoli importanti come Watch Dogs e Just Dance sono attualmente in sviluppo, e arriveranno nel corso dei prossimi mesi.
Secondo le dichiarazioni del CEO, Wii U può ancora avere successo, e le ottime vendite di titoli quali Mario Kart 8 ne sono la prova più evidente.
Tuttavia – continua Guillemot – “Se Nintendo applicasse alla console il giusto prezzo, probabilmente potrebbero fare molto di meglio”.

Un suggerimento di taglio prezzi insomma, per una macchina che attualmente è la meno costosa della triade next gen, ma che nel contempo è anche la meno performante in termini hardware.
Nintendo ha più volte sottolineato come la propria volontà sia non tanto quella di operare dei tagli sul prezzo della console, ma piuttosto supportarne le vendite con software appetibili per un gran numero di giocatori, ed esperienze possibili solo sulla propria console, sia grazie alle esclusive e alle IP interne, sia grazie al sistema di controllo e alle meccaniche rese possibili dal GamePad Wii U.