TV 2020

Migliori TV 2021: 4K e HDR per videogame, film e sport

Le migliori TV 2021 godono di una maggiore diffusione delle porte HDMI 2.1, un ingresso che ha portato con sé importanti novità nel mondo del gaming. I giocatori potranno infatti sfruttare a dovere le potenzialità di PS5 e Xbox Series X, raggiungendo fino a 120 frame al secondo a risoluzione 4K. Ma come scegliere la migliore TV per le diverse fasce di prezzo?
Prima di tutto dobbiamo schiarirci le idee su alcune tecnologie fondamentali. Se tuttavia conoscete già le basi potete tranquillamente ignorare il prossimo paragrafo e passare all’analisi dei diversi modelli.<

Migliori TV 2020 – 2021: le tecnologie

Quando si parla di videogame, i monitor da gaming continuano a dettare legge in termini di performance. Se siete giocatori hardcore e amate videogame altamente competitivi, è probabile che un monitor da gioco sia più indicato rispetto a una TV. È altrettanto vero però che il divario tra questi due mondi si è ampiamente ridotto. Scopriamo perché analizzando le principali tecnologie di monitor e delle migliori TV, e le sigle a cui fare attenzione.

Input Lag – Indica il tempo necessario affinché l’immagine generata appaia effettivamente sullo schermo. Viene calcolato in millisecondi (ms). Un monitor da gaming ha ad esempio un’input lag reale che oscilla tra 5 e 15ms. Le TV del 2021 – in modalità gaming – hanno un’input lag compreso tra 5 e 20ms, con risoluzione 4K e HDR attivo.

HDR – HDR estende la quantità di colori riproducibili dalla TV, mentre sfrutta picchi di luminosità e profondità dei neri per creare contrasti dal grande impatto visivo. Purtroppo non esiste un unico standard HDR. Ciò significa che anche le migliori TV del 2021 devono operare delle scelte, optando quindi per alcune tecnologie piuttosto che altre. Alcuni modelli offrono una compatibilità completa con tutti gli standard, ma si tratta di casi sporadici.

Refresh rate – Indica il numero di fotogrammi che la TV è in grado di realizzare ogni secondo. Una TV 4K a 120 hertz reali può quindi offrire un gaming a 120 frame al secondo, a patto che disponga di una porta HDMI 2.1.

Variable Refresh Rate – Conosciuto anche come G-Sync o Free Sync nel mondo PC, è una novità introdotta su TV da HDMI 2.1. VRR permette alla TV di gestire via hardware la sincronia verticale delle immagini. Questo significa che i videogame non avranno bisogno di un V-Sync software, permettendo al gioco di girare meglio e senza tearing. Il Variable Refresh Rate è una feature comune delle migliori TV prodotte nel 2021. Tra le altre cose, il VRR consente un abbattimento dell’input lag giocando a 1080p e 1440p.

Auto Low Latency Mode – Un’altra novità introdotta da HDMI 2.1, la porta presente nelle migliori TV commercializzate nel 2021. Significa che la TV riconosce cosa state guardando, quindi cambia modalità per ottenere la latenza più adeguata. Vi basta dunque accendere una console perché la TV passi automaticamente in modalità gaming e riduca l’input lag. Per una panoramica chiara ed immediata su tempi di risposta ed input lag delle TV vi invitiamo a fare riferimento al nostro speciale.

Potete trovare ulteriori dettagli nel nostro speciale dedicato al 4K HDR, nella nostra guida sulle tecnologie dei pannelli e nella guida dedicata alla risoluzione 8K e HDMI 2.1.


TV 2021 – Le migliori TV per fascia di prezzo

tv 2020 samsung tu8000Samsung TU8000 (2020) – Entry level per giocare

Dimensioni 43″, 50″, 55″, 65″, 75″
Tecnologia VA LED
HDR HDR 10, HDR 10 Plus, HLG
Luminosità 340 nits

L’entry level di Samsung per le TV 2020 è il modello TU8000. Ha un prezzo sensibilmente inferiore rispetto alle TV di fascia più alta, quindi anche specifiche tecniche (visionabili sul sito ufficiale) più modeste. È una TV 4K con supporto ad HDR, ma non è provvista di HDMI 2.1. Questo significa che potrete giocare al massimo a 60 frame al secondo. Per molti questo sarà comunque un valore accettabile, abituati da anni a framerate simili o addirittura inferiori. Tenete presente tuttavia che non potrete sfruttare al massimo né PS5 né Xbox Series X. Le nuove console infatti spingeranno alcuni videogame a 120FPS.

Chiarito il discorso HDMI 2.1 cerchiamo di capire come si comporta questo modello, che rientra comunque tra le migliori TV disponibili grazie all’ottimo rapporto qualità prezzo.
Cominciamo con l’upscale, che viene gestito sorprendentemente bene. TU8000 non utilizza i potenti processori delle serie QLED, ma è una mancanza che non si sente più di tanto. Sia i programmi TV che DVD e BD vengono portati a risoluzione 4K senza artefatti né difetti macroscopici.

La luminosità di punta è piuttosto bassa (circa 340 nit), dunque non permette di sfruttare il filtro HDR in maniera ottimale. Considerata la fascia di prezzo è comprensibile, ma resta un po’ di amaro in bocca.
I videogame vanno invece alla grande, grazie a tempi di risposta inferiori ai 10 millisecondi, anche in 4K e con HDR attivo. Questo permette di giocare a qualsiasi tipologia di software, inclusi sia gli sparatutto in soggettiva che gli sportivi online. Vale quanto detto sopra per HDR, quindi non aspettatevi una qualità straordinaria. Avrete una gestione dei colori tendenzialmente migliore rispetto a SDR, ma non resterete a bocca aperta.



lg nano80LG Nano 80 (2020) – Dolby Vision in fascia media

Dimensioni 49″, 55″, 65″
Tecnologia IPS
HDR HDR 10, HLG, Dolby Vision
Luminosità 375 nits

La serie Nano 80 di LG vanta prestazioni simili a quelle di Q70T di casa Samsung. Cambiano punti di forza e debolezze, ma il rapporto qualità prezzo è comparabile. La differenza principale sta nella tecnologia utilizzata per il display: IPS nel caso di LG, VA per Samsung. Il modello di LG si comporta dunque meglio nelle stanze più luminose, mentre Q70T ha prestazioni migliori al buio o in assenza di riflessi. Samsung vince sui neri, LG sui riflessi, strade diverse per due delle migliori TV del 2020 in questa fascia di prezzo.

Per il resto, un limite di Nano 80 è il processore, che non è veloce come nei modelli di fascia superiore. Questo significa che a volte l’upscaling non dà risultati straordinari, ma siamo comunque ben oltre la sufficienza. Altro difetto da considerare è il mancato supporto ai 120 hertz in 4K.
Anche il supporto ad HDR è interessante, con Samsung che sceglie HDR 10 Plus, mentre LG preferisce Dolby Vision. Con una luminosità di picco tutto sommato moderata non ci si può aspettare comunque moltissimo nella qualità dei filtri HDR.

Per quanto riguarda i videogame la situazione è mediamente buona. Come dicevamo manca il supporto ai 120 frame al secondo in 4K, cosa che potrà deludere gli acquirenti di PS5 e Xbox Series X.
I tempi di risposta in 4K con HDR attivo sono inferiori ai 17ms, ovvero più che buoni per qualsiasi tipo di videogame.


Samsung Q70A (2021) – Si migliora in tutto!

Dimensioni 55″, 65″, 75″
Tecnologia VA QLED
Local dimming No
HDR HDR 10, HDR 10 Plus, HLG
Luminosità 550 nits
HDMI 2.1
Controlla prezzo su eBay <<<

Q70A va a sostituire il buon Q70T del 2020, migliorando sotto numerosi fronti ed offrendo ancora una volta un buon rapporto qualità prezzo, configurandosi da questo punto di vista come una delle migliori TV del 2021.
I miglioramenti più sostanziali rispetto al modello dello scorso anno riguardano in particolare una maggiore luminosità e tempi di risposta più bassi.

Abbiamo registrato una luminosità reale in SDR di circa 550 nits, un miglioramento sensibile rispetto al prodotto del 2020. In questo caso ci si fermava infatti tra i 450 e i 500 nit, a seconda che il filtro HDR fosse o meno attivo. Samsung Q70A migliora quindi in maniera apprezzabile nella luminosità di picco, riuscendo a offrire un HDR più brillante, in grado di soddisfare il consumatore, tenendo sempre presente che ci troviamo in fascia media. Tale luminosità rimane inoltre inalterata abilitando la modalità gaming. Stiamo parlando di una luminosità ancora molto lontana dai 1000 nit, il valore che si prende a riferimento nel mondo del cinema per poter apprezzare tutti i dettagli nelle scene più luminosità. Dobbiamo comunque apprezzare il progressivo miglioramento di Samsung in quest’ottica, che ogni anno riesce a migliorare i valori della propria fascia media senza incrementarne il prezzo.

Anche i tempi di risposta risultano sensibilmente migliori rispetto al modello dello scorso anno, arrivando in qualche caso a dimezzarsi. Siamo intorno ai 7,5ms, un valore più che buono per una TV in questa fascia di prezzo, e che dovrebbe fare contento qualsiasi giocatore console. Naturalmente nessun problema anche per chi ama lo sport, con calcio, formula 1 e via dicendo che non hanno effetti scia e si lasciano guardare senza alcuna incertezza.

L’input lag si attesta invece intorno ai 10ms una volta attivata la modalità Gaming, e riesce quindi a soddisfare anche i giocatori più hardcore interessati alla competizione in multiplayer online.
Non manca inoltre il supporto completo a HDMI 2.1, con un pannello che funziona nativamente a 120 hertz e capace di raggiungere i 120 frame al secondo sia con PS5 che con Xbox Series. Presente anche il Variable Refresh Rate (VRR) attraverso Free Sync e l’Auto Low Latency Mode.

Inseriamo quindi Samsung Q70A nella nostra classifica delle migliori TV del 2021, grazie a una serie di miglioramenti incrementali rispetto allo scorso anno che confermano l’ottimo lavoro svolto dalla casa madre in fascia media.


Samsung Q80T (2020) – HDMI 2.1 e un buon HDR

Dimensioni 49″, 55″, 65″, 75″, 85″
Tecnologia VA QLED
HDR HDR 10, HDR 10 Plus, HLG
Luminosità HDR 720 nits
Controlla prezzo su eBay <<<

Q80T di Samsung sostituisce Q70R del 2019. È un modello di fascia media, dotato di caratteristiche tecniche interessanti e adatto al gaming su PS5 e Xbox Series X. C’è infatti il supporto completo alla porta HDMI 2.1, dunque potremo raggiungere i 120 frame al secondo, attivare VRR e Auto-Low Latency Mode su Xbox. Al momento di scrivere questo pezzo (Novembre 2020) non ci sono informazioni chiare su quando PS5 supporterà VRR. Come per le altre smart-TV di Samsung esiste il limite di Tizen, il sistema operativo proprietario. Sebbene compatibile con numerose app, non è esente da bug e problematiche tecniche, e non rientra certamente tra i nostri OS preferiti.
Samsung Q80T è il modello di fascia più bassa nella linea 2020 che supporti un Full Array Local Dimming. Questo consente di avere una qualità nella retroilluminazione sensibilmente superiore rispetto a Q70T e modelli inferiori. La differenza di prezzo potrebbe quindi essere giustificata già da questo singolo elemento, ma non ci si ferma qui.

Samsung Q80T sfrutta i punti di forza dei QLED della compagnia, utilizzando un pannello di tipo VA che garantisce dei neri particolarmente profondi, pur mantenendo una buona luminosità di picco. Trattandosi di un Samsung non abbiamo il supporto a Dolby Vision, ma sono presenti gli altri standard HDR. La qualità dei contenuti con la gamma cromatica estesa è considerevole, grazie in particolare alla luminosità massima, registrata in 720 nits. E’ possibile incrementarla fino a superare i 1300 nits modificando le impostazioni, ma si sacrifica la fedeltà cromatica. Quei 730 nit sono a nostro parere il valore massimo mantenendo dei colori accurati.
Le performance nel gaming sono eccellenti, grazie ai 120 hertz in 4K con HDR attivo attraverso porta HDMI 2.1. Con queste impostazioni abbiamo un input lag di appena 5.8ms, che salgono a 7.5ms con VRR attivo. Scendendo invece a risoluzione 1080p e 1440p e 60 hertz si registrano circa 10ms di input lag. Eccellenti infine anche i tempi di risposta dei pixel, con una media di 4,9ms.
Piccola segnalazione: la variante da 49 pollici di Samsung Q80T non supporta né FreeSync né G-Sync.


Samsung QN90A (2021) – Neo QLED per brillantezza straordinaria

Dimensioni 50″, 55″, 65″, 75″, 85″
Tecnologia Neo QLED VA
HDR HDR 10, HDR 10+, HLG
Luminosità 1600 nits
Controlla prezzo su eBay <<<

Samsung QN90A è l’ammiraglia del colosso coreano per il segmento 4K del 2021. Adotta la nuova tecnologia Neo QLED, che ha permesso di raggiungere risultati straordinari nella luminosità di picco e nella qualità della retro illuminazione. Questo modello segna un netto miglioramento rispetto a quello dello scorso anno, sia per i giocatori che per chi cerchi un utilizzo misto.

L’elevatissima luminosità (1400 nits in SDR, 1800 in HDR) garantisce una visione ottimale anche durante il giorno, all’interno di stanze molto illuminate o con finestre collocate in posizioni fastidiose. I riflessi sono ridotti al minimo. Nonostante il pannello non sia pre-calibrato in fabbrica, una volta impostato tutto al meglio la qualità cromatica è eccellente, grazie a una copertura completa dello spazio DCI P3 (oltre il 95%) e al già menzionato sistema di retro illuminazione. Quando le scene sono molto scure i pannelli OLED continuano ad essere una spanna superiori nella riproduzione dei dettagli, ma nelle scene luminose è vero l’esatto contrario. Purtroppo Samsung continua a non offrire una copertura completa ai diversi standard HDR, insistendo su HDR 10 Plus e HLG.
Ottimi i tempi di risposta, molto ridotti, dunque non si notano difetti durante la visione di contenuti sportivi o scene particolarmente rapide.

Samsung QN90A saprà soddisfare senza difficoltà tutti i videogiocatori, a prescindere dalla piattaforma scelta. È infatti presente una porta HDMI 2.1 (solo una, peccato), che supporta tutte le tecnologie ad esse legate. Abbiamo quindi i 120 hertz del pannello per 120 frame al secondo massimi, il VRR nella gamma completa dai 20 ai 120 frame al secondo (solo Xbox Series, PS5 non è ancora in grado di supportarlo) e l’ALLM che passa in automatico alla modalità gaming quando la console viene accesa. C’è anche il supporto completo a G-Sync, qualora voleste giocare da PC con una scheda Nvidia.
Eccelsi anche i valori di input lag, prossimi ai 5 millisecondi giocando a 120 hertz e ai 10 ms a 60 frame al secondo.

In conclusione Samsung QN90A rientra di diritto tra le migliori TV del 2021 per qualsiasi tipo di consumatore. La visione di film e serie TV è straordinaria grazie alla fedeltà cromatica e all’incredibile luminosità, che consente un utilizzo ottimale anche in diurna. Il gaming è a sua volta ineccepibile in virtù dei valori di input lag, della qualità di HDR e del supporto completo ad HDMI 2.1. Peccato solo che la porta sia solo una e che ci sia la solita mancanza illustre dello standard Dolby Vision.

Leggi recensione completa


lg cxLG CX (2020) – Una delle migliori TV OLED

Dimensioni 48″, 55″, 65″, 77″
Tecnologia OLED
HDR HDR 10, Dolby Vision, HLG
Luminosità 700 nits
Controlla prezzo su eBay <<<

LG CX è un’evoluzione dell’ottimo C9 dello scorso anno. Se il budget a vostra disposizione lo consente, si tratta della migliore TV del 2020, assolutamente da avere. Otterrete prestazioni al top in qualunque ambito, dai film alle serie TV, dallo sport ai videogiochi, ma anche un gran bel pezzo d’arredamento. Dal sito ufficiale possiamo leggere in dettaglio le specifiche tecniche complete.

Il pannello OLED riproduce i colori in maniera straordinaria, arricchendo notevolmente anche i contenuti in SDR, com’è lecito aspettarsi dalle migliori TV del 2020. Questo avviene anche per la ricchezza cromatica del display e per i contrasti tipici degli OLED, che consentono uno spegnimento completo dei pixel per raggiungere un nero perfetto.
Ma non si tratta solo di colore: anche il software che gestisce l’upscale è migliorato rispetto allo scorso anno. Le trasmissioni televisive, i DVD e i BD godono quindi di un chiaro incremento nella definizione.

Come altre TV prodotte nel 2020, anche LG CX si distingue per una migliore gestione della luminosità. Il valore massimo è di circa 700 nits in HDR, nulla da far gridare al miracolo, ma la maniera in cui ombre e luci vengono separate o amalgamate rende la visione di qualsiasi contenuto uno spettacolo. Peccato solo per l’assenza di HDR 10 Plus, ma è comprensibile considerato che la TV supporta Dolby Vision.

Tutto perfetto infine con il gaming, dove si registrano appena 13 ms di latenza, valore di poco superiore a quello delle migliori TV in questo campo. Ci sono anche tutte le feature di HDMI 2.1, tra cui Variable Refresh Rate e Auto Low Latency Mode. Nessun problema anche per il 4K a 120 frame al secondo, che consente di sfruttare al massimo le potenzialità offerte da PS5 e Xbox Series X. Questo modello supporta inoltre G-Sync di Nvidia, un plus non da poco per i giocatori PC.


LG C1 (2021) – Piccoli miglioramenti

Dimensioni 48″, 55″, 65″, 77″, 83″
Tecnologia OLED
HDR HDR 10, Dolby Vision, HLG
Luminosità 630 nits
Controlla prezzo su eBay <<<

Senza inutili giri di parole, LG C1 è tra le migliori TV che possiate comprare in un negozio nel 2021. Ci sono dei miglioramenti marginali rispetto al modello dell’anno precedente, che era comunque un prodotto straordinario. Nel 2021 LG ha lavorato ad un miglior supporto ad HDMI 2.1, implementando un VRR su frequenze che vanno dai 20 ai 120 hertz. Questo significa che i giocatori godranno di sincronia verticale via hardware (sia Free Sync che G-Sync) dai 20 ai 120 fotogrammi al secondo. I tempi di risposta e quelli di input lag sono marginalmente migliori o in linea con quelli di LG CX, nulla di significativo o di cui sia possibile accorgersi durante l’utilizzo normale.

LG C1 gode anche di colori leggermente migliori rispetto a quelli di CX, con una maggiore copertura dello spazio cromatico DCI-P3. Questo in teoria aiuta nella gestione dell’HDR ma, purtroppo, all’atto pratico C1 è inferiore a CX proprio nei contenuti in HDR. Questo avviene perché la luminosità di picco è stata ridotta di circa 70 nit con filtro attivo, e di circa 30 sui contenuti in SDR. Inutile dire che, con tanti contenuti, 70 nit di differenza si notano, specie se consideriamo una luminosità totale che arriva a 630 nit.
Esattamente come Samsung, LG continua a insistere su alcuni standard HDR tralasciandone altri. Abbiamo quindi la solita compatibilità con HDR 10, Dolby Vision e HLG, ma manca quella ad HDR 10 Plus. Permangono inoltre i soliti problemi di burn in, dunque è bene prestare la massima attenzione se tendete a giocare sempre agli stessi videogame. Le TV OLED sono molto affidabili quando i contenuti a schermo sono variegati e i pixel restano in movimento. Se quindi volete limitarvi a giocare a FIFA o alla Formula 1 vi consigliamo caldamente di optare su pannelli di tipo VA o IPS.

Siamo stati sicuramente duri, ma in realtà LG C1 è una delle migliori TV che possiate acquistare nel 2021. Il rapporto qualità prezzo è a nostro avviso migliore in LG CX, che sacrifica un po’ nei cromatismi e nel VRR, migliorando però nella gestione di HDR. Se riuscite a trovarlo resta un’opzione validissima, proposta in genere a un prezzo relativamente contenuto. Se non ci riuscite, LG C1 vi farà comunque contenti. Tenete solo presente che la luminosità di picco non è straordinaria.



22 commenti

  1. Ciao Dario, complimenti per l’articolo. Sto leggendo un po’ in giro per informarmi su che tv comprare per xbox series x e questo è decisamente uno degli articoli migliori.

    Che ne pensi tra serie nano di lg e serie q di samsung? Come budget pensavo di arrivare sui 900 (oggi i q80t si trovano a quella cifra), ma ho visto che alcuni siti parlano molto bene anche dei nano di lg.

    Grazie in anticipo.

    • Se intendi giocare con Xbox Series X direi che un’opzione sensata sarebbero sia Q80T di Samsung che OLED serie CX di LG. Dipende molto dai prezzi che riesci a trovare e dalle dimensioni che ti interessano. Valuta OLED solo se tendi a giocare a più videogame, in modo da avere un cambio costante nel colore dei pixel ed evitare rischio di burn in.

  2. Salve, ho avuto grossi problemi con lg oledb6v di effetto memoria e dato che non è riparabile l’assicurazione mi da 1300 euro.
    La uso molto con videogiochi e telegiornali con barre tipo Sky TG.
    Per non aver problemi in futuro come quelli già avuti che tv mi consigli più o meno a quel prezzo.
    Grazie.

  3. Ciao vorrei comprare un lg CX 55 ho PlayStation 5 e guardo molti film e serie TV ………. faccio la scelta giusta ???? Oppure c’è qualcosa di meglio ??? Sempre 55 pollici grazie

    • Sì, con LG CX vai sul sicuro. L’unica cosa che devi considerare è che è un OLED, quindi non è l’ideale se giochi molto a videogame che hanno un’interfaccia statica, come nel caso di FIFA. Da quanto mi dici comunque guardi anche molti film e serie TV, quindi non dovresti avere nessun problema di questo tipo.

  4. Cerco un 65 pollici Oled…. essenzialmente per visione quotidiana, tg, calcio, film, cartoni animati…. sapresti indicarmi con un budget di 700€/850€ su cosa potrei dirottarmi!? Tra Lg, Sony, Samsung ce ne sono un mucchio di offerte ma non ci capisco una mazza…. ti prego, puoi consigliarmi?

    • Sei totalmente fuori budget se vuoi un OLED di quelle dimensioni. Dovresti aggiungere circa un migliaio di euro o più, a seconda del modello. Se hai a disposizione quella cifra puoi optare per una fascia bassa da 65 pollici o per un fascia media intorno ai 50 pollici.

  5. Ciao, articolo molto interessante… Sarei interessato all’acquisto del Samsung Q80T da 50 pollici anche per giocare con la PS5. Come hai correttamente riportato, non dispone però del VRR. Mi domando ma è così rilevante per giocare con PS5? E perché tale funzionalità non è prevista per questo pannello da 50 pollici nonostante abbia però la HDMI 2.1 che permette 4K@120Hz?

    • No, per PS5 non è rilevante al momento, anche perché per adesso la console non lo supporta. Xbox Series X è compatibile con questo standard, ma abbiamo visto che molti modelli di TV prodotti del 2020 presentano bug nell’implementazione. Sony ha dichiarato che rilascerà in futuro un aggiornamento per rendere PS5 compatibile con VRR, ma al momento non ci sono informazioni concrete su quando se ne parlerà. A mio parere è probabile che non vedremo nulla prima della prossima primavera, ed è plausibile che molti giochi sfrutteranno VRR solo in modo parziale. È una problematica importante, perché significa che dovrà essere la console a farsi carico della sincronia verticale dei giochi, con ovvie ripercussioni sullo stress del chip video. Per vedere una migliore integrazione di HDMI 2.1 in tutte le sue feature dovremo aspettare il 2021 inoltrato.
      Ad ogni modo, Samsung Q80T è al momento uno dei migliori modelli in quanto a rapporto qualità prezzo, e va benissimo per giocare su console come anche per guardare film e serie TV. Se è nel tuo budget ti direi che è un acquisto tranquillo, vai sul sicuro. Tieni presente solo le solite limitazioni del sistema operativo Samsung, che purtroppo si porta dietro qualche incertezza tecnica.

    • Sconsiglio caldamente di acquistare TV Sony del 2020 se hai intenzione di giocarci. Per film e serie TV vanno benissimo, ma per quanto riguarda il gaming hanno avuto troppe problematiche software e hardware. XH90 in particolare ha alcuni difetti riconosciuti da Sony stessa che dovrebbero venire risolti col prossimo modello di fascia alta. Se non erro non riesce a raggiungere risoluzione 4K se si attiva HDR con i 120 frame al secondo.
      Se devi prendere adesso una TV per giocare vai su un’altra marca. Se ti piace Sony ti consiglio di aspettare i modelli del 2021, in teoria dovrebbero proporre novità interessanti per sfruttare a dovere PS5.

  6. Ciao. Vorrei prendere lg cx oled per attaccarla al pc ed usarla come tv e monitor per gaming. Un mio amico però ha preso un oled lg c7v qualche anno fa e la tv ha avuto grossi problemi di sovrimpressione… pur usandola solo come tv (anche se è vero che resta accesa quasi tutto il giorno e sempre su sky). In pratica ormai la banda blu di sky ed il logo sono visibili in una schermata monocolore.

    Questo mi sta decisamente bloccando. Secondo te lo stesso problema potrebbe averlo anche lg cx? Grazie mille per la risposta

    • No, ti sconsiglio di usare una TV OLED come schermo per PC. Il problema di cui parli si chiama burn in, ed è tipico dei pannelli OLED. Non c’è dubbio sul fatto che anche con LG CX avresti lo stesso problema del tuo amico, e lo avresti anche in molto meno tempo di lui. Questo problema si crea nel momento in cui ci sono elementi statici nello schermo, come ad esempio un hud di gioco statico o appunto il logo di un canale che viene usato molto più degli altri. Su PC avresti sempre la barra di Windows attiva, che resterebbe impressa sullo schermo in poco tempo.
      Se hai uno schermo OLED devi tenere i pixel in movimento, o comunque non devi lasciarli per troppo tempo bloccati sugli stessi colori. Devi immaginarli come se fossero dei muscoli che si atrofizzano se non li fai muovere. Morale della favola: non prendere una TV OLED se la destinazione è un utilizzo PC.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *