Microsoft ha già spedito i primi modelli di Xbox Series X ad alcuni noti YouTuber e alle principali testate internazionali. Iniziano quindi ad arrivare in rete le prime impressioni, che da una parte sembrano molto positive, dall’altra fanno un po’ preoccupare. Ascoltando ad esempio Digital Foundry apprendiamo come la retrocompatibilità sia in effetti eccellente, capace di migliorare le performance di gran parte dei videogiochi. Ci sono però anche altre voci, che si sono concentrate invece su un’altra questione, molto spinosa e importante, ovvero il surriscaldamento di Xbox Series X. Sembra infatti che la console scaldi parecchio, tanto che alcuni editor e youtuber hanno rischiato addirittura di scottarsi. La macchina è silenziosa, ma a quanto pare le temperature non sono affatto basse, e questo è ovviamente un pericolo. Microsoft lo sa bene, e siamo curiosi di sapere se correrà ai ripari in tempo o meno.


Aggiornamento 08/10/2020

Secondo ulteriori report, è possibile che i sample di Xbox Series X ricevuti da alcune testate siano difettose. Il surriscaldamento riscontrato da alcuni youtuber e da alcuni network sarebbe quindi causato da problemi hardware che non interessano tutte le console. Il celebre youtuber americano YongYeah ha ad esempio confermato che la sua unità fosse molto fresca.
Si va quindi a confermare il pensiero riportato nel paragrafo in chiusura. Le console di prima generazione vanno per forza di cose incontro a problematiche di vario genere, ed è sempre un rischio investire in macchine potenzialmente non ottimizzate. Cercheremo adesso di capire quale sia la percentuale di unità difettose, sperando che Microsoft migliori la situazione nel più breve tempo possibile.


Surriscaldamento Xbox Series X

La questione è piuttosto semplice. Sia durante le sessioni di gioco che in modalità standby, Xbox Series X soffre di un notevole surriscaldamento. A dirlo prima degli altri è stato il canale web TV LeStream, dove durante una trasmissione uno dei membri dello staff ha detto:

Non so se siamo autorizzati a parlarne, ma abbiamo Xbox Series X qui, e Series X è calda, si surriscalda. Non fa nessun rumore, ma emette calore, è una cosa violenta. Sul serio, è violenta… sì, sì è violenta. Ci si può scaldare con Xbox Series X, senza dubbio. Per quanto riguarda la rumorosità va tutto bene, ma dal punto di vista del calore è impressionante.

Poi si è aggiunto anche il feedback di Giant Bomb, la nota testata americana. Durante un video, uno degli editor ha rimosso lo slot della memoria da Xbox Series X per mostrarlo alla telecamera, mentre la console era in stand-by. La memoria era talmente calda che l’editor ha avuto difficoltà a tenerla tra le dita, tanto da dover cambiare mano per non scottarsi. È chiaro quindi che la macchina faccia effettivamente qualcosa anche durante lo standby.

È comunque giusto sottolineare come i modelli di Xbox Series X spediti a stampa e YouTuber potrebbero essere leggermente diversi da quelli che arriveranno sul mercato. È possibile infatti che siano delle versioni ancora work in progress, o non completamente finalizzate. Digital Foundry lo ritiene poco probabile, ma non possiamo esserne certi.

Una situazione inaspettata

Da parte nostra siamo rimasti decisamente sorpresi apprendendo del surriscaldamento di Xbox Series X. Microsoft ha già avuto problemi piuttosto seri in passato legati alle temperature, come ricorderanno i possessori di Xbox 360. All’epoca il difetto riguardava il raffreddamento della scheda video, che arrivava a fondere, con il colosso di Redmond costretto a un lavoro di assistenza titanico.

Xbox Series X ha un form factor molto particolare, che in teoria dovrebbe servire proprio a aiutare il sistema di raffreddamento dell’hardware. Senza dubbio anche il marketing gioca un ruolo importantissimo, ma considerate le passate esperienze di Microsoft ci aspettavamo una maggiore attenzione verso l’aspetto termico della console. È inutile fasciarsi la testa prima di rompersela, certo, ma a giudicare dai primi commenti, sembra che qualcosa potrebbe non andare per il verso giusto. Almeno per quanto riguarda questa primissima versione della console.

Dobbiamo ricordare infatti che questa è una macchina completamente nuova, e che dunque alcune mancanze sono da mettere in conto. Se ricordiamo bene, la maggior parte dei lanci di nuove console è stata afflitta da mancanze tecniche di qualche tipo. Con Xbox 360 c’era il Red Ring of Death, ma ricordiamo anche di PS4 che mangiava i dischi, ricordiamo controller che perdevano la connessione, ventole bloccate mentre girano al massimo, pasta termica messa per figura, rumorosità alle stelle e Wi-Fi che non funzionano.
Comprare una console appena uscita sul mercato è sempre una scommessa, e bisogna mettere in conto che potrebbe andare male. Con Xbox Series X e PS5 non sarà diverso.

Xbox 360 con Red Ring of Death a causa del surriscaldamento.

Il famigerato red ring of death di Xbox 360, un danno enorme nelle casse di Microsoft.

I giocatori più impazienti vorranno senza dubbio mettere le mani sulla prima ondata di console, sperando che vada tutto per il meglio. Se rientrate in questa categoria, tutto ciò che posso consigliarvi è di acquistare una console venduta e spedita da Amazon per poter eventualmente sfruttare la garanzia, senza dover attendere due o più settimane perché vi restituiscano una console riparata in assistenza. Nella mia esperienza si sono sempre comportati con grande professionalità, e su un acquisto del genere onestamente non rischierei.
Se invece siete in grado di resistere alle tentazioni, allora è molto più saggio aspettare. Senza ombra di dubbio passerà pochissimo prima che venga commercializzata una prima revisione di entrambe le console. Ottimizzazioni semplici, di quelle che passano inosservate, che non fanno rumore, ma che eliminano problematiche tecniche importanti. Ma in genere vi ritrovate con una console più longeva.

Come regola generale non credo sia molto intelligente acquistare un prodotto tecnologico appena uscito sul mercato. Preferisco sempre che siano gli altri a fare da beta tester, perché se spendo 500 euro voglio portarmi a casa qualcosa che sia efficiente, che funzioni in modo impeccabile e che non mi dia rogne di nessun genere. Sono tanti soldi, e non mi va di buttarli in faccia a una compagnia qualsiasi solo perché “c’ha due giochi bbelli“.
Sia Xbox Series X che PS5 offriranno senza dubbio videogiochi di grande spessore. Ma, se devo essere onesto, il mio backlog ha dimensioni tanto assurde che non mi basterebbero due vite per finire tutto ciò a cui voglio giocare. Per il momento quindi prendo le cose con calma e mi godo il mio catalogo su Steam. Con l’anno nuovo, covid permettendo, si vedrà.


Potrebbero interessarti: