Nel non troppo ristretto circolo del mercato indipendente, il nome di Terry Cavanagh ha acquisito negli ultimi anni una certa popolarità, merito del bellissimo VVVVVV e del piccolo capolavoro che risponde al nome di Super Hexagon. Proprio il primo dei due titoli è da poco stato proposto anche su sistemi mobile, approdando sugli store ufficiali di iOS e Android, dopo un esordio avvenuto alcuni anni fa su PC Windows.

VVVVVV – Platform per giocatori duri

VVVVVV è un platform molto impegnativo, che come le altre produzioni di Cavanagh si rivolge a un pubblico hardcore fatto da giocatori esperti. Il designer in questione non ama infatti scendere a compromessi, quindi dimentichiamo tutti i fronzoli a cui ci ha abituati il gaming moderno e prendiamo questo VVVVVV per quello che è, ovvero una palestra per le vostre dita.

Con uno stile grafico che riprende in modo evidente i tempi dello Spectrum, il titolo ci mette nei panni di Captain Viridian, astronauta che dovremo accompagnare in un mondo alieno nella risoluzione di certo numero di livelli o quadri, uno più difficile dell’altro, e tutti accompagnati da un’ottima progressione nel livello della difficoltà.
I controlli sono semplici, con la parte sinistra dello schermo adibita ai nostri spostamenti, mentre un tap sulla parte destra ci permetterà di invertire la gravità. Niente salti dunque, ma piuttosto la possibilità di camminare a testa in giù e di giocare con la fisica, fluttuando all’interno di livelli disseminati di pericoli. Muoversi con precisione e imparare a utilizzare la gravità a nostro vantaggio sarà la chiave per raggiungere la fine di questa avventura.
Per mio gusto personale ammetto di aver preferito i controlli fisici della versione PC ma, a conti fatti, bisogna riconoscere che i comandi touch risultano comunque molto precisi, reattivi e comodi. In linea di massima andrà dunque in base al proprio gusto personale, ma è evidente che da questo punto di vista sia stato fatto un ottimo lavoro.

La bontà dei controlli sarà fondamentale nell’affrontare tutti gli ostacoli che si pareranno sul nostro cammino, tra cui gli immancabili spuntoni, che spesso e volentieri dovremo evitare con acrobazie in assenza di gravità, oppure sfruttando delle piattaforme mobili.
L’elevato livello di difficoltà della produzione viene ammortizzato da un sistema a check point molto permissivo, che registrerà i nostri progressi eliminando quasi del tutto il senso di frustrazione. E’ una trovata molto intelligente, che capovolge le cose, e rende un’esperienza potenzialmente atroce in un continuo stimolo per il giocatore, che si sentirà spinto a provare e riprovare determinati passaggi fino a raggiungere il successo.
Tutto ciò tenendo bene a mente che ciascuna morte verrà registrata nel nostro file personale, elemento che potrà determinare un certo livello di rigiocabilità.

VVVVVV è più o meno tutto qui, meccaniche semplici accompagnate da una veste grafica ancora più semplice, che ad alcuni farà certo storcere il naso, mentre i giocatori più anziani tenderanno ad apprezzare la chiara citazione ai tempi andati. Stesso discorso per quanto riguarda l’accompagnamento sonoro del gioco, molto basilare, fatto di pochi bit, eppure carico di un fascino che forse solo i più navigati sapranno cogliere.

Conclusioni
La versione mobile di VVVVVV è all’altezza della controparte per PC, grazie a controlli reattivi e molto più precisi di quanto non ci si aspetterebbe. Il gioco è invecchiato benissimo, merito di una formula semplice e impegnativa che si coniuga alla perfezione con un sistema a check point molto permissivo. Un acquisto caldamente consigliato a tutti i giocatori di vecchia data, o a chi in generale sia alla ricerca di un platform serio e particolarmente difficile.

+ Ottimi controlli touch
+ Meccaniche di gioco semplici e immediate
+ Impegnativo
+ Eccellente sistema a check point
– Molti non apprezzeranno lo stile grafico
– Si poteva fare di più con la longevità

valutazione

Metascore 95/100
VVVVVV | Google Play | 2.45€
VVVVVV | App Store | 2.99€
VVVVVV | Steam | 4.99€