Cd Project Red, ovvero uno degli ultimi baluardi in difesa dei diritti dei giocatori, azienda che ha dato vita all’apprezzatissimo franchise di The Witcher, ma anche a GOG, oggi seconda realtà a livello mondiale per quanto riguarda la vendita di titoli digitali. Ancora oggi questi ragazzi continuano a esprimersi con vigore contro i tanti detestabili DRM, ma anche contro i DLC e le tecniche subdole di molte aziende, che fanno pagare per contenuti aggiuntivi che in teoria sarebbero dovuti essere presenti nel gioco al momento della release.
E mentre il mondo è in trepidazione e aspetta con ansia The Witcher 3, Cd Project Red si gioca la carta mobile, e annuncia The Witcher Battle Arena, MOBA in arrivo per iOS, Android e Windows Phone. Andiamo a scoprire di cosa si tratta.

The Witcher Battle Arena – Massacro mobile

Come League of Legends e DOTA hanno ormai insegnato, il genere dei MOBA è attualmente forse il più apprezzato dai giocatori più duri, gli hardcore che spesso e volentieri fanno del gaming una vera professione, guadagnando anche centinaia di migliaia di dollari ogni anno. The Witcher Battle Arena si inserisce in questa categoria di prodotti, ma aggredirà per l’appunto il mercato mobile invece che quello PC. Precedenti esponenti del genere hanno già avuto modo di dimostrare che i comandi touch si prestano discretamente bene a questa tipologia di prodotti, e non dubitiamo che Cd Project Red saprà lavorare con la solita maestria che la contraddistingue.

Il gioco sarà free to play con micro transazioni, ma il team ha promesso che non esisterà alcuna forma di pay to win. Le micro transazioni serviranno esclusivamente qualora si volesse velocizzare il processo di level up, restando completamente facoltative e mai forzate per tutta la durata dell’esperienza.
Considerata la partigianeria dell’azienda e la continua lotta a tutte le pratiche scorrette dell’industria non facciamo fatica a credergli.

Potremo giocare nei panni di Zoltan Chivay, di Letho, della strega Philippa Eilhart o dell’Operator. Questi sono solo quelli noti al momento, mentre in teoria dovrebbero esserne presenti molti altri, con la possibilità di aggiungerne di ulteriori nel tempo, immaginiamo in forma del tutto gratuita.
Tutti i personaggi e tutti gli oggetti presenti nel gioco potranno essere sbloccati semplicemente progredendo nella nostra avventura. Gli upgrade puramente cosmetici non faranno eccezione in tal senso.

Cd Project Red ha voluto inoltre sottolineare come il gioco sia stato sviluppato tenendo bene a mente le esigenze di un pubblico hardcore ma nel contempo mobile, motivo per cui i match saranno molto brevi ma anche intensi e pesantemente tattici.
Le modalità includeranno una 3 contro 3 multiplayer, 3 contro 3 con avversari controllati dalla CPU, oppure una semplice single player, che permetterà di giocare e di expare anche qualora non fosse disponibile una connessione a internet.

Il direttore del gioco, Tadek Zielinski, ha rilasciato da poco un’intervista ai microfoni di Eurogamer, sottolineando come il gioco non conterrà alcun tipo di elemento pay to win, e che semplicemente chi vorrà sbloccare qualcosa in anticipo potrà farlo, senza comunque che nessuno si senta forzato.
Zielinski continua dichiarando che Cd Project Red non vuole tradiré né i suoi fan né la community, motivo per cui non andrà in nessun caso contro le proprie filosofie guida. Se commettesse degli errori grossolani con un titolo free to play la sua reputazione ne uscirebbe rovinata, cosa che nessuno desidera.

Il gioco verrà rilasciato nel quarto trimestre del 2014.