Chronology è un puzzle game indipendente piuttosto originale. Il suo gameplay si basa su idee vincenti che, negli ultimi anni, hanno consacrato alla gloria numerosi prodotti. Parliamo in particolare di Braid, dove potevamo manipolare il tempo per risolvere enigmi parecchio complessi, in un tripudio di creatività frutto di sviluppatori ispiratissimi. Parliamo di Giana Sisters Twisted Dreams, reboot di un classico di circa un trentennio fa in cui potevamo usare a piacimento due diversi personaggi, con cambiamenti evidenti sull’ambiente circostante. E se è vero che tali meccaniche funzionavano bene da sole, confermiamo che funzionano benissimo anche insieme. Si dia allora il benvenuto a quella piccola perla che è Chronology.

Chronology | PC Windows |

Il protagonista della vicenda è un non meglio definito inventore, un arzillo vecchietto dotato solo di un orologio, un orologio molto particolare. Tale oggetto ci permetterà infatti di spostarci nel tempo passando da un “prima” a un “dopo”.

Gli otto livelli che compongono Chronology sono quindi stati sviluppati in una doppia forma: un passato rigoglioso, allegro, vivo e movimentato, e un futuro cupo, decadente, quasi l’esatto opposto della prima versione. Potremo muoverci da un tempo all’altro in qualsiasi momento, alla semplice pressione di un tasto. Qualora volessimo, potremo raccogliere alcuni oggetti e portarli con noi nell’altra epoca, attività fondamentale per la risoluzione di numerosi enigmi.
Durante la nostra avventura incontreremo molto presto una lumaca geneticamente modificata, giusto per restare in tema di stranezze. Essendo sprovvista di guscio, il buon inventore le darà una mano come possibile, guadagnandosi la fiducia e la devozione dell’invertebrato. Da quel momento in poi potremo controllare a piacimento un personaggio o l’altro, ingegnandoci come possibile per superare gli ostacoli, utilizzando le abilità speciali di ognuno. La lumaca potrà infatti camminare su pareti verticali o volendo anche a testa in giù, aderendo perfettamente alle superfici. Chiaramente nei panni del mollusco non potremo saltare, ma potremo usare una particolare abilità e fermare il tempo.
La risoluzione degli enigmi sarà dunque basata su un uso intelligente (e creativo, aggiungiamo) delle due epoche storiche e delle varie abilità, con sfide di difficoltà crescente e perfettamente bilanciate in cui dovremo utilizzare un po’ di materia grigia.
La progressione nel livello di difficoltà è uno degli aspetti più curati di questo Chronology, con un inizio che servirà più che altro a spiegarci le meccaniche di base, e un penultimo livello (l’ultimo consiste solo nello scontro col nemico finale) discretamente impegnativo.
Ciascun livello avrà dunque una durata variabile in base alle nostre abilità, ma in generale non dovreste impiegare più di venti o trenta minuti per completarne uno. E andiamo dunque a parlare del principale difetto della produzione, ovvero la longevità. In una run normale dovreste impiegare non più di tre ore e mezza per completare il gioco, di certo non tantissimo. La qualità dell’esperienza è comunque piuttosto elevata, e procedere tra i vari puzzle regalerà una certa soddisfazione. Per quanto riguarda la mia personale esperienza mi sono “bloccato” un’unica volta, per circa venti o trenta minuti senza capire in che modo procedere, ma per il resto tutto è filato via in maniera molto liscia.

chronology

Non è dunque un gioco difficile, ma sa comunque essere impegnativo, in particolare nelle fasi finali dell’avventura. L’acquisto o meno dipenderà da quanto per voi conti la qualità contro la quantità, perché oggettivamente i contenuti si consumano in poco tempo, e una volta finito la prima volta non c’è motivo di tornare sul prodotto.

Piccola parentesi riguardo colonna sonora e grafica, entrambe molto ispirate. La grafica in particolare è davvero piacevole, disegnata a mano con uno stile palesemente europeo, colori tenui e forme morbide. Il 2D sembra più vivo che mai insomma, e di tanto in tanto fanno davvero piacere prodotti come questo, a dimostrazione che uno stile ispirato vale più di qualsiasi ammasso poligonale.

Conclusione
Chronology è un buon puzzle game, molto divertente, gratificante, artisticamente splendido. La progressione nella difficoltà rende il prodotto accessibile per moltissimi giocatori, con una curva che si ferma sul “moderatamente impegnativo”. Bravi gli sviluppatori nel realizzare i puzzle, un po’ meno bravi in quanto a contenuti, con una longevità che purtroppo oscilla fra le tre e le quattro ore, e un livello di rigiocabilità pari a zero.

+ Meccaniche rodate e ben miscelate
+ Curva della difficoltà perfetta
+ Puzzle divertenti
+ Design molto accattivante
– Longevità davvero bassa

valutazione
Metascore ND
Chronology | Steam | ND