Niente ragazzi, è ufficialmente impossibile parlar bene di Anthem. Sembra che EA stia cercando in tutti i modi di farcelo odiare ancor prima dell’uscita, e devo dire che ci sta riuscendo senza sbavature. Dopo una demo VIP che definire disastrosa è farle un complimento, i geniacci capitanati da Mr. Robot (peraltro freschi di ban sulle loot box in Belgio e Olanda) ne hanno studiata un’altra per affossare ulteriormente il gioco e i suoi sviluppatori.

In un post su Twitter pubblicato il 30 gennaio, EA ci comunica in che modo e quando potremo mettere le mani su Anthem. L’immagine postata contiene una tabella con dentro le varie tipologie di acquisto e le fasi del lancio, tra cui demo e accesso anticipato. Inizialmente non ci ho capito una mazza ma dopo un po’ di ricerche sono riuscito a decifrare il tutto, solo per voi.

Dunque, preordinando la versione base si avrà accesso alla demo del primo febbraio ma per rigiocare si dovrà poi aspettare la data di lancio ufficiale, 21 giorni dopo. Stessa cosa se si preordina l’edizione speciale, che costa la bellezza di 80€. Gli iscritti a EA Access avranno invece accesso sia alla demo che alla prova gratuita di 10 ore prevista per il 15 febbraio. Idem con patate per chi sia abbonato a Origin Access. Origin Access Premier consente invece di accedere alla demo e alla versione anticipata del gioco completo, senza limitazioni, sempre a partire dal 15 febbraio.

Anthem

Se per spiegare quando giocare ti serve un grafico significa che stai sbagliando qualcosa

Le risposte su Twitter sono state esilaranti, dimostrando che più passa il tempo e più EA accresce la sua schiera di hater accaniti con ritmi impressionanti. Un commento ha addirittura ottenuto più del doppio dei like ricevuti dal post stesso. Adoro quando i publisher stilano queste tabelle perché mi rendono semplice decidere quali giochi lascerò perennemente sullo scaffale. Boom, shelfzoned. Tra l’altro è quasi impossibile trovare commenti positivi sotto quel post.

Ad esempio c’è chi giustamente si lamenta di non poter giocare in anticipo pur avendo preordinato l’edizione più costosa del gioco e minaccia di cancellare il preordine. Altri fanno notare come EA sia riuscita a creare hype negativo in poche e semplici mosse per il suo titolo più importante dell’anno. È curioso vedere un’azienda trattare i suoi utenti in modo così offensivo, a merluzzi in faccia, distinguendo tra consumatori di serie A, B, C e via dicendo.

A quanto pare non va più bene semplicemente vendere un gioco alla data fissata come fanno tutti. No, bisogna spremere la base di utenza creando ansia e paura di esser tagliati fuori. Simile a quello che fa Ubisoft con le sue mille edizioni speciali, ovvero versioni impoverite e frammentate del titolo completo vendute a prezzi differenti. La vigliaccheria dei publisher AAA occidentali non conosce limiti.

E intanto i giochi continuano a peggiorare in termini qualitativi e contenutistici. Battlefield V e Fallout 76 sono solo le punte dell’iceberg marrone e da qui in poi le speranze di poter avere prodotti all’altezza delle aspettative vedranno un progressivo affievolimento. Lo so che mi ripeto spesso ma l’unica soluzione è smettere di dare anche un singolo euro a Electronic Arts e simili. L’unico linguaggio che comprendono è il dollarese, infatti nei comunicati stampa si rivolgono ormai quasi soltanto agli azionisti e non ai giocatori.

anthem

Anthem ha subito un downgrade grafico considerevole

Azionisti che prevedono peraltro l’ennesimo crollo in borsa per EA e sconsigliano l’investimento sui loro titoli. Ne sanno sicuramente più di noi e dalle voci di corridoio in ambito finanziario si parla di un lancio disastroso per Anthem, il che non è neanche tanto difficile da immaginare. Forse sarò l’unico in redazione che la pensa così ma a questo punto spero vivamente nel flop e nel conseguente tracollo della compagnia. D’altronde mi sembra pure giusto che chi tratta i clienti come sterco equino venga sodomizzato duramente, o sbaglio?

Per il momento, comunque, teniamo le dita incrociate e aspettiamo lo svolgersi degli eventi. Per ammazzare il tempo vi invito a gustarvi il confronto E3/Demo di Anthem a cura dello youtuber TheRedTieGuy. Il livello di downgrade è tale da far invidia persino a Watch Dogs. Godetevelo, alla salute di EA.