iPhone 8 e iPhone 8 Plus sono due ottimi telefoni dal punto di vista qualitativo. Purtroppo non hanno un gran motivo di esistere, e la concorrenza peggiore arriva proprio dalla stessa Apple. Tra iPhone 7 dello scorso anno e iPhone X alle porte, i due iPhone 8 potrebbero avere difficoltà a trovare un mercato.
Cerchiamo però di analizzarne pregi e difetti nella nostra recensione completa, risparmiando le considerazioni inerenti la concorrenza per il finale.

iPhone 8 / iPhone 8 Plus: Design

SPECS – iPhone 8 Plus


Misure 158,4 x 78,1 x 7,5mm
Peso 202g
Schermo 5,5″ IPS
Rapporto 67.4%
Ris 1080×1920 @ 401PPI
SoC Apple A11 Bionic
RAM 3GB LPDDR4
ROM 64/256GB
Micro SD No
Camera 12MP x2 / 7MP
Apertura f/1.8 – f/2.8
Stabilizzatore Ottico
Batteria 2.700mAh non rem.
Ric. Rapida Sì
Impermeabile IP67
iOS 11
Prezzo al lancio 959€

Le forme degli iPhone non si rinnovano ormai da 4 anni. Guardando iPhone 8 non si notano grandi differenze rispetto ai predecessori, specie nella parte frontale. Se siete in qualche modo legati al design tipico di questa linea di prodotti Apple è probabile che resterete contenti, ma dopo tutto questo tempo c’è una certa sensazione di noia, si sente l’esigenza di un aggiornamento estetico.

Per fortuna sul retro le cose sono un po’ diverse. iPhone 8 e iPhone 8 Plus adottano un rivestimento in vetro necessario a supportare la ricarica wireless. Tale sistema esista da anni nel panorama Android, ma si tratta comunque di una prima volta per Apple. Per la serie meglio tardi che mai.
Il grip è migliorato, ma ovviamente il vetro è più soggetto a rompersi rispetto all’alluminio. C’è inoltre una maggiore inclinazione a raccogliere ditate, specie con i colori più scuri.

iPhone 8 / iPhone 8 Plus: Display

E’ francamente ridicolo che Apple si ostini a non aggiornare il proprio display dopo tutti questi anni. Il pannello utilizzato su iPhone 8 va benissimo in quanto a colori, ma cornici, risoluzione e tecnologia sono ingiustificabili a un prezzo del genere.

Abbiamo ancora una volta una 750×1334 sul modello base e una 1080×1920 sulla variante Plus. In termini di definizione non è cambiato nulla, siamo parecchio indietro rispetto alla concorrenza. Le cornici sono spesse, su ciascun lato c’è un margine che nel 2017 è assurdo. Da questo punto di vista il lavoro svolto da Apple è in una parola pessimo, l’azienda non ha in alcun modo cercato di migliorare se non nei cromatismi. Non ci siamo.

Apprezzabile la funzione che permette di adattare automaticamente la temperatura colore a quella dell’ambiente circostante. In pratica il software “guarda” dove ci troviamo e modifica saturazioni ed RGB per rendere la visione più confortevole. L’effetto è gradevole, anche se ovviamente si perde molto in termini di fedeltà nella riproduzione dei colori. La feature può comunque venire disabilitata a piacimento.

iPhone 8 / iPhone 8 Plus: Performance e gaming

Il nuovo processore sviluppato da Apple è ancora una volta un mostro di potenza. Secondo i nostri test su AnTuTu iPhone 8 è il primo smartphone a superare il muro dei 200.000 punti. Abbiamo precisamente 201.700 punti per iPhone 8 Plus e 204.371 per iPhone 8.
Con prestazioni del genere è chiaro che entrambi i modelli reggeranno bene al passare del tempo, c’è potenza da vendere.

Come da tradizione per i nuovi terminali Apple non abbiamo riscontrato alcun tipo di impuntamento o rallentamento, nemmeno con i giochi 3D più pesanti. Tutto perfetto.

Cat Quest

cat questFa piacere notare che anche lo speaker sia migliorato rispetto allo scorso anno in termini qualitativi. E’ sempre collocato nella parte inferiore del dispositivo, non è una buona posizione, ma l’audio sembra più pulito. Magari sarebbe anche il caso di cambiare design e pensare a un doppio speaker frontale?

iPhone 8 / iPhone 8 Plus: Software base

La nuova versione di iOS porta con sé una serie di novità, vediamo un po’ cosa cambia.
Il sistema operativo offre adesso un supporto nativo per app basate su realtà aumentata, che dunque dovrebbero venire maggiormente supportate da qui in avanti.

Le fotografie che scatteremo potranno godere di una compressione che riduce le dimensioni in maniera sensibile. C’è un lieve calo nella qualità, ma nulla di identificabile ad una semplice occhiata. In termini di spazio si risparmia parecchio, per la gioia della memoria interna, dello spazio sul cloud e della connessione per effettuare il backup.

Il Centro di Controllo è stato profondamente ridisegnato, continuando il processo di androidizzazione effettuato negli ultimi anni. Grafica e impostazioni sono ora più simili a quanto proposto da Google, una cosa che farà storcere il naso agli utenti Apple più fedeli, ma che in assoluto migliora l’usabilità del terminale.

iPhone 8 / iPhone 8 Plus: Fotocamera

La fotocamera è uno dei punti di forza di iPhone 8 e iPhone 8 Plus. La notevole potenza computazionale del nuovo processore permette di registrare video a risoluzione 4K e 60 fotogrammi al secondo, o risoluzione 1080p e 240 fotogrammi al secondo in slow motion. Sono numeri importanti, che faranno venire l’acquolina in bocca a chi è solito registrare molti video.

Rispetto ad iPhone 7 c’è un generale miglioramento nella qualità degli scatti. Sia il filtro HDR che il software sono molto più performanti, le fotografie risultano meglio contrastate, il rumore video si riduce in maniera sensibile. Un bel risultato.

Ci sono anche un po’ di chicche con la modalità Ritratto, che ci permetterà di modificare l’illuminazione anche dopo aver scattato. E’ una funzione che farà comodo a chi cambia spesso immagine del profilo sui social o su Whatsapp, permette effettivamente di “giocare” con le foto. Funziona.

iPhone 8 / iPhone 8 Plus: Batteria

Chiaro passo avanti rispetto ad iPhone 7 sul versante batteria. Nella mia esperienza direi che siamo tra il 20% e il 30% in più con una carica. Con un utilizzo intenso sono arrivato a fare circa 5 ore di schermo accesso, qualche volta 5:30. E’ molto più che sufficiente per arrivare a fine giornata, tanto che con un utilizzo leggero qualcuno sarà capace di fare due giorni di utilizzo.

Come accennavamo è stato finalmente implementato un sistema di ricarica wireless. A causa di una qualche particolare congiunzione astrale, Apple ha deciso di affidarsi al già rodato Qi Wireless Charge. Niente tecnologia proprietaria con standard assurdi, è Natale prima del tempo.

La batteria supporta la ricarica rapida attraverso cavo, ma è necessario acquistare un adattatore a parte per poterla sfruttare. Non siamo particolarmente sorpresi.

iphone 8iPhone 8 / iPhone 8 Plus: In sintesi

Nonostante ci sia stato un miglioramento rispetto allo scorso anno, sia iPhone 8 che iPhone 8 Plus possono essere tranquillamente ignorati. Sono due buoni terminali, ma sono concettualmente inutili. Apple li ha collocati a un prezzo che non giustifica l’upgrade per chi sia in possesso del modello precedente, mentre tutti gli altri dovrebbero puntare a iPhone X, che costa di più ma che offre anche molto di più.
Se non vi fate problemi a spendere 900 euro per uno smartphone è probabile che non ve ne farete nemmeno per 1100 euro. In entrambi i casi parliamo di un rapporto qualità prezzo pessimo, ma tra le due opzioni preferiamo indubbiamente la seconda.