Anche il colosso internazionale GameStop si ritrova a subire i colpi del mercato digitale, sempre più importante a livello globale e conveniente per i giocatori. Certo, si potrebbe che le politiche commerciali della nota catena non siano in tanti casi particolarmente brillanti, in particolare per quanto riguarda l’annosa questione dell’usato, nonché la competenza di molti dei propri dipendenti.

E’ comunque interessante come un colosso del genere possa gettare la spugna su un mercato vasto come quello spagnolo, definito “non abbastanza remunerativo” dall’azienda. La Spagna non è in effetti tra i mercati più importanti del territorio europeo, ma riesce comunque ad assestarsi su numeri storicamente simili – se non superiori – a quelli italiani.
Resta dunque interessante stare a vedere cosa GameStop abbia intenzione di fare in merito ad altri mercati “a rischio”, come appunto il nostro.

Secondo le informazioni rilasciate fino a questo momento, l’azienda avrebbe venduto alla catena Game alcuni dei suoi centri spagnoli, mentre i restanti verranno chiusi e rivenduti ad altre realtà locali.