Durante una chiaccherata con Kotaku, Shigeru Miyamoto, illustre Game Designer di Nintendo, ha parlato di come è nata l’idea degli Amiibo.

Miyamoto voleva trovare un modo per leggere e caricare salvataggi senza l’uso di un dispositivo esterno dai tempi del Game Boy Advance. Questo è il motivo principale perchè la tecnologia NFC è stata inclusa nel progetto Wii U.
Per quanto riguarda gli Amiibo, Myamoto ha dichiarato che Nintendo sentiva il bisogno di dare una forma attraente ai suoi personaggi storici che utilizassero la tecnologia NFC.

Miyamoto ha inoltre dichiarato quanto segue: “Se pensate al passato è stata fatta una cosa molto simile con eReader, il lettore di carte per Game Boy Advance. Avevo voglia di avere non solo un accessorio opzionale, ma costruire un qualcosa che avesse la capacità sia di leggere che di salvare dati attraverso un oggetto fisico per molto tempo. E’ dal lancio di Nintendo Wii U che pensiamo a quale tipo di forma possano essere attratti i nostri consumatori in questo tipo di periferica, ed è cosi che ultimamente abbiamo pensato agli Amiibo.”