Nonostante Switch sia stata la console più venduta di dicembre a livello globale, sorprende il fatto che Xbox One abbia superato i numeri di PlayStation 4 negli Stati Uniti. Il gruppo di ricerca NPD non rilascia numeri esatti, ma il dato è comunque importante se pensiamo all’aggressività dei bundle di Sony durante il periodo natalizio. Microsoft ha però saputo controbattere con il lancio di Xbox One X e, soprattutto, con l’arrivo della più importante esclusiva rilasciata sulla console fino a questo momento. Ovviamente sto parlando di PUBG, per esteso PlayerUnknown’s Battlegrounds.

Un gioco con tanti problemi che vende splendidamente

Il gioco ha venduto oltre un milione di copie nelle prime 24 ore e oltre tre milioni nel primo mese di commercializzazione, nonostante si trovi in una situazione tecnica più o meno indecente. Hmm, sì, credo che indecente sia il termine più appropriato. Ci sono ancora tantissimi problemi ai server, cadute di connessione, lag che comporta una notevole frustrazione durante il gioco. Il sistema di controllo ha da poco ricevuto un update che ha parzialmente migliorato le cose, ma è in generale piuttosto scomodo rispetto a mouse e tastiera.

playerunknown battlegrounds

Il framerate è stato poi uno degli elementi più criticati della versione per Xbox One. Per quanto il gioco utilizzi Unreal Engine, l’ottimizzazione è sempre stata molto deficitaria, anche nella versione PC. Se però i giocatori su Steam hanno oggi una situazione più o meno accettabile, su Xbox le cose sono molto diverse. Nemmeno la potenza di calcolo di Xbox One X è stata sufficiente per garantire un framerate stabile, nonostante la forza bruta non manchi.
Qualche giorno fa è stata rilasciata una nuova patch che ha migliorato la costanza del framerate, ma in generale si viaggia ancora su numeri piuttosto bassi. Occorrerà continuare a lavorare parecchio per raggiungere una situazione che possa avvicinarsi alla sufficienza.
In particolare la gestione del foliage sembra causare parecchie difficoltà, così come l’attraversamento della mappa a bordo di veicoli. Tali problemi sono più evidenti sulla versione base di Xbox che non su X.


Switch ha vinto Dicembre un po’ in tutto il mondo, Xbox insegue, PS4 chiude

nintendo switch nrsTornando in tema, il gioco sta vendendo tantissimo, e testimonia come in effetti i mercati di PC e console non siano sempre in diretta competizione. PUBG è esclusiva temporale sulla console di casa Microsoft, mentre su PC è disponibile ormai da quasi un anno. In pratica se volete giocarlo adesso su console avrete bisogno di Xbox One. Non si scappa.
E’ straordinario come una produzione a basso budget possa essersi rivelata la più importante esclusiva per questa console, superando le produzioni tripla A e le IP storiche dell’azienda. Battlegrounds ha travolto il mercato PC, è arrivato come un tornado e ha catturato l’attenzione di oltre 30 milioni di videogiocatori. Nessuno si aspettava un successo del genere.
Da questo punto di vista Microsoft è stata intelligentissima nel volersi accaparrare l’esclusività temporale del gioco relativamente al mercato console, è stata una mossa brillante.

Oggi in pratica si parla di PUBG come di una vera e propria killer application per Xbox One, più di quanto non lo sia un capitolo di Halo o di Forza. E’ stupefacente, ma fa anche preoccupare un po’, ci dice che i franchise di Microsoft forse vengono percepiti oggi in maniera diversa rispetto a come avveniva qualche anno fa. Halo in particolare sembra non avere più lo stesso lustro di un tempo, dopo aver perso il supporto di Bungie.

Il cambiamento del mercato è costante e inevitabile

Rocket LeagueQuella di PUBG è, da un certo punto di vista, una situazione simile a quanto avvenuto qualche tempo fa su PlayStation 4 con Rocket League. Il mercato indipendente è al momento una fornace in grado di inventarsi “the next big thing”, titoli capaci di imporsi nelle librerie dei giocatori e di diffondersi a macchia d’olio, esattamente come è successo con Stardew Valley, seppur in maniera minore. E’ importante che non dimentichiamo l’importante lezione offerta da Minecraft un po’ a tutto il mondo.
I produttori di hardware devono continuare a osservare con attenzione il mercato indie, cercando di fiutare il più velocemente possibile quei giochi che diventeranno virali. Da questo punto di vista Twitch può essere estremamente utile, così come la sezione trending di Steamspy.

Xbox One non ha moltissimo da offrire a chi sia già in possesso di una PlayStation 4. Le esclusive ci sono, ma non sono molte. Battlegrounds è una straordinaria eccezione, un gioco che con ogni probabilità riuscirà a fare numeri elevati anche sul lungo periodo, proprio come sta avvenendo su PC.
Certo, lascia un tantino sconvolti il fatto che i giocatori siano disposti a pagare per un prodotto così mediocre dal punto di vista tecnico, ma come abbiamo visto qualche settimana fa gli utenti sono piuttosto contenti anche quando gli vengono propinati giochi incompleti.