Esistono titoli sui quali non scommetterebbe nessuno, che però alla fine si rivelano molto meglio di quel che ci si aspettasse. Pensiamo a Uncharted, inizialmente bollato dalla critica come “Il clone di Tomb Raider”, oppure un ben meno famoso To the Moon che azzarda uno sviluppo amatoriale in RPG Maker.
Le stesse perplessità furono riscontrate con il primo capitolo della serie Lego. Eppure la serie continua, gli appassionati ci sono, e le vendite giustificano la sfilza di nuove iterazioni.
Lego Movie 2: The Videogame, purtroppo, non è riuscito a tenere testa ai suoi fratelli del passato, come vedremo in questa recensione.

lego 2 the videogameLego Movie 2 – Recensione

Data di uscita: 26/02/2019
Versione recensita: PS4
Disponibile su: PC, PS4, XB1, NSW
Lingua: Italiano
Prezzo di lancio: €39.99

La trama del gioco è semplicissima: un’entità aliena rapisce gli amici dei due protagonisti. Partiamo in un viaggio tra i mondi utilizzando astronavi e portali con lo scopo di riportarli tutti a casa. Pur non essendo sceneggiatori, è facile capire quanto sarebbe semplice portare avanti una trama simile in un videogioco, in modo particolare quando gli spettatori non si aspettano sviluppi troppo impegnati. Ma Lego Movie 2: The Videogame non solo segue un filo narrativo più che dispersivo, ma riesce anche a rendere tutto fin troppo noioso.

L’indicatore della missione principale tende a sparire per cause sconosciute, lasciando il giocatore in un cieco vagare per cercare di proseguire nella trama. All’inizio questa viene narrata tramite simpatiche cut scene accompagnate da un doppiaggio accettabile. Superati i primi 20 minuti di gioco, il gioco cambia idea, lasciando spazio a nuvolette di testo accompagnate dai versi imbarazzanti dei personaggi.
Sono anche presenti tante missioni secondarie, in teoria un’idea interessante in un titolo semi aperto. Ma se mi hai già annoiato con la trama principale, francamente non mi viene molta voglia di svolgere delle quest facoltative.

Le ambientazioni di Lego Movie 2: The Videogame sono variegate e divise in mondi. I personaggi potranno raggiungerli tramite portali e astronavi, ma per abbandonare un nuovo mondo dovremo reperire una specifica quantità di “Pezzi di Lego speciali”. Questi sono ottenibili tramite missioni secondarie, mini giochi e ovviamente al completamento dei capitoli della trama principale… In breve qualsiasi cosa faremo ci ricompenserà con questa sorta di valuta. Tutto davvero troppo facile, come del resto da tradizione per questo franchise.

Lego Movie 2: The Videogame – Trailer di lancio

Il gioco ci permette di costruire strutture, oggetti, veicoli eccetera. Sono tutti modelli pre-impostati, quindi niente personalizzazione di alcun tipo. Una particolare nota di demerito va ai veicoli: i mondi non sono particolarmente vasti, ma se il nostro personaggio riuscisse a camminare più velocemente di bradipo morto sarebbe tutto più bello. Per ovviare al problema saltano fuori i veicoli… che si muovono alla velocità di un bradipo quasi morto. Morale della favola: andare dal punto A al punto B richiede troppo tempo, e strada facendo ci si annoia.

Il combat system di Lego Movie 2: The Videogame è talmente semplice da risultare triste. Basterà premere il tasto dedicato all’attacco e l’animazione farà tutto da sé. Sì, è possibile utilizzare diversi oggetti e introdurre delle variazioni sul tema, ma la salsa è sempre la stessa. Ci sono anche nemici che richiedono qualche tecnica in più, stile “salta sul cattivone per svelare il suo punto debole”, ma sono rari.
Un punto a favore però va ai boss, probabilmente l’elemento più curato del titolo. In questi frangenti bisogna ragionare un po’ prima di capire come procedere.

Da evitare


Lego Movie 2: The Videogame è stato una piccola delusione. Non è ben chiaro quale fosse il target di questo titolo: i punti forti del franchise sono stati gestiti male, dunque i fan della serie non saranno contenti. Allo stesso modo, anche i bambini troveranno l’esperienza noiosa a causa di una eccessiva ripetitività.Perciò non è il momento di disperare, Lego Movie 2: The Videogame è stato un flop, ma i motivi per avere ancora speranza sulla bellezza della serie sono tanti e tangibili.

Pregi Difetti
  • Primo impatto con il mondo di gioco avvincente.
  • Citazionismo ai titoli passati della serie divertente.
  • Boss fight divertenti.
  • Vive del suo stesso logo.
  • Mortalmente noioso.
  • Deludente se comparato ai titoli passati.
  • Fin troppo facile, al solito.
  • Non ha un target ben definito.