The Division 2 ha ricevuto l’aggiornamento 3.1, che ha finalmente corretto alcune delle problematiche più serie che avevano afflitto il gioco nelle ultime settimane.

Primo punto nella nostra scaletta personale è il comportamento dei nemici. Con alcuni recenti update, Massive aveva infatti mandato in paranoia i nostri avversari, che prendevano delle decisioni a dir poco bizzarre. Nello specifico, capitava di vedere avversari correre verso di noi, superarci e sparire in lontananza, come se avessero dimenticato il fornello del gas aperto. I nemici andavano a cercare una copertura alle nostre spalle, cosa che in determinate circostanze potrebbe essere anche sensata, tipo durante un accerchiamento o in un ambiente aperto. Sfortunatamente tale manovra avveniva anche al chiuso, all’interno di corridoi piuttosto stretti, creando delle situazioni francamente ridicole e snervanti.

Il problema veniva amplificato dalle routine dell’intelligenza artificiale. Trovandosi a venirci incontro con l’intento di trovare una copertura, ed essendo lo spazio estremamente ridotto, il nemico finiva spesso per trovarsi a una distanza da corpo a corpo. Questo innescava per l’appunto l’utilizzo degli attacchi melee, che in The Division 2 sono a dir poco devastanti. Essenzialmente era come vedere uno psicopatico che ti viene addosso mentre lo crivelli di colpi, sopravvive grazie a un pool di HP tipico da personaggio spugna, quindi ci dà una sonora gomitata in bocca togliendoci in un solo colpo tutta l’armatura. Non proprio divertente.

L’aggiornamento 3.1 di The Division 2 dovrebbe aver corretto il problema, e dopo alcune ore di gioco in effetti non ho riscontrato comportamenti simili. Il gameplay ovviamente migliora, si nota una minore aggressività da parte degli avversari dotati di armi da fuoco, gli unici a venirci incontro sono attualmente i nemici di classe melee.

the division 2

L’aggiornamento 3.1 di The Division 2 corregge il bug della difesa semi-infinita in PvP

Altro fix importante riguarda il PvP, e la correzione del bug che permetteva di raggiungere valori di difesa elevatissimi. Riguardava appunto l’equipaggiamento normalizzato, e alcuni giocatori si sono divertiti a massacrare i malcapitati di turno forti di un’armatura praticamente infinita (parliamo di più di 1,8 milioni di punti).
Chi ha sfruttato il glitch ha ricevuto un avvertimento sul proprio account, il classico warning che promette il ban, se in futuro si sfruttassero nuovi glitch per avvantaggiarsi o se si contravvenisse al regolamento del gioco.

Piatto forte dell’aggiornamento è il Gunner, ovvero la quarta specializzazione giocabile di The Division 2. Sarà aggiunta inizialmente solo sul test server, sarà necessario ancora un po’ di tempo prima di vederla all’opera nel gioco vero e proprio. Sarà infatti uno dei contenuti dell’update 4.0, che dovrebbe venire rilasciato entro la fine di Giugno.

Il Gunner sarà un tank, dunque una classe piuttosto diversa rispetto a quelle attualmente presenti nel gioco. Nessuna ha infatti la possibilità di incassare colpi troppo a lungo, per quanto esistano comunque delle build valide.
Il Gunner prende il nome dal minigun che sarà la sua arma speciale. Quando la attiverà, il giocatore riceverà un bonus in difesa proporzionale al numero di munizioni speciali disponibili. Il bonus permetterà a tutti gli effetti di tankare, incassando i colpi degli avversari in maniera più efficiente e difendendosi intanto proprio con il minigun, che immaginiamo debba fare piuttosto male. La contropartita è che mentre si utilizza il minigun non sarà possibile ripararsi dietro le coperture né schivare i colpi degli avversari con le classiche capriole.

Predator-Jesse-Ventura

Il Gunner, nuova classe di The Division 2. Baffi non inclusi.

Dalla descrizione ufficiale apprendiamo inoltre di un’abilità che sembra davvero utile. Si chiama Banshee, ignora le coperture e affligge gli avversari con il malus Confusione. Questo li porterà ad abbandonare le coperture, diventando prede facili del nostro team.
La granata del Gunner si chiama Riot Foam, e produrrà quindi una schiuma antisommossa. Il funzionamento dovrebbe essere simile a quanto abbiamo già visto nel gioco con le altre abilità, dunque saremo in grado di bloccare i nemici sul posto, consentendo ai compagni di esprimere tutto il proprio potere di attacco.

Sembra insomma una classe piuttosto divertente, nonché molto diversa dalle altre. Avremo la possibilità di tankare, ma anche un qualche tipo di crowd control, grazie a un uso sinergico dell’abilità Banshee e delle granate immobilizzanti. Con ogni probabilità avere in party almeno un Gunner potrebbe semplificarci la vita durante alcune missioni in modalità eroica, non vediamo l’ora di provarlo.

Per sbloccare il Gunner dovremo svolgere una serie di 5 sfide, chiamate Ricerche Speciali sul Campo. Ciascuna sfida avrà degli obiettivi specifici e ciascuna darà delle ricompense diverse. I possessori del Pass dell’anno 1 non avranno bisogno di completare le missioni per utilizzare la nuova classe. Potranno comunque svolgerle, ma le ricompense consisteranno in cosmetici esclusivi, non ottenibili in altro modo. Essenzialmente vi ritrovate il Gunner già sbloccato, esattamente come per le altre specializzazioni.

Quindi, un aggiornamento che porta più che altro delle correzioni attese da un pezzo. Speriamo che non finiscano per rompere di nuovo qualcosa con i prossimi update e che l’attenzione passi al più presto sul discorso progressione, perché al momento il farming è davvero poco sensato.