I migliori smartphone in commercio non sono sempre facili da identificare. Il mercato è continuamente sommerso da proposte che includono i produttori più noti, quelli meno noti e quelli che si accontentano di copiare il lavoro altrui. Che il vostro interesse sia arrivare a fine giornata con una batteria capiente, giocare fino allo sfinimento, consumare contenuti multimediali o fare scatti di alta qualità è necessario tenersi costantemente aggiornati su quanto il mercato ha da offrire. Ovviamente bisognerà sempre fare i conti anche con il proprio portafogli, elemento da non mettere proprio in secondo piano.

Questa guida all’acquisto metterà in rilievo i migliori smartphone per rapporto qualità prezzo, indicando per ciascuno i parametri fondamentali, ovvero potenza del SoC, qualità dello schermo, durata della batteria, qualità fotografica e comparto audio. Alcuni smartphone “importanti” sono per forza di cose assenti da questo nostro articolo, in quanto non soddisfano alcuni dei criteri a nostro avviso fondamentali per essere considerati come dispositivi a tutto tondo. Siete comunque liberi di consigliarci ulteriori modelli o chiedere pareri a fondo pagina, risponderò personalmente nel più breve tempo possibile.

La nostra analisi parte dalla fascia bassa del mercato, passando per quella intermedia e arrivando a quella alta. Se lo desiderate potete fare riferimento alla nostra rubrica delle prestazioni di processori, schede video e smartphone per una rapida panoramica sulla forza bruta di ciascun terminale qui riportato.

Seleziona una fascia di interesse:

Da 0 a 300 euro | Da 300 a 500 euro | Da 500 euro in su]

I migliori smartphone da 0 a 300 euro

lenovo-moto-e4-plusPrestazioni (AnTuTu): 22.955
Schermo: 6,0/10
Camera: 5,0/10
Batteria: 9,5/10
Audio: 7,0/10
Qualità/Prezzo: 8,0/10
Prezzo consigliato: 150€

Lenovo Moto E4 Plus

Chi ci segue sa bene che sono un patito dei telefoni con batterie performanti. Mi piace arrivare tranquillo a fine giornata (o anche alla seconda) e apprezzo ricaricare tutto a velocità da record. Del resto capita di dimenticare di collegare il caricabatterie la notte, fa comodo poter tornare a un solido 50% appena svegli.

Lenovo Moto E4 Plus è uno smartphone di fascia bassa, per molti aspetti un entry level. E’ però anche uno dei migliori smartphone in commercio per quanto riguarda la durata della carica.
Viene proposto a un prezzo interessante, ed è pensato per chi vuole un terminale che non si scarichi sul più bello.

Ha uno schermo da 5,5 pollici a risoluzione 720, la densità in termini di PPI è piuttosto bassa. Non è certamente uno dei migliori display sulla piazza, fa il suo dovere, nulla più di questo.
Anche il processore è mediocre in quanto a performance. Parliamo di un MediaTek MT6737, scalda parecchio con i videogame più pesanti. Se volete giocare ovviamente questa non è la soluzione ideale. Il sistema operativo e le app principali vengono gestite sufficientemente bene, ma i rallentamenti capitano.
Deludente la fotocamera, da 13 megapixel ma davvero troppo approssimativa. C’è una notevole perdita di dettaglio anche in ambienti illuminati. E’ il range dinamico a non andare bene, crea un blending evidente sia sul nero che sul bianco, i dettagli vengono tagliati e fusi insieme.

– Cerca su Amazon –

Menzionati tutti i difetti andiamo al pregio più grande del dispositivo, ovvero la batteria. Se state cercando uno smartphone in questa fascia di prezzo è probabile che le performance non siano esattamente tra le vostre priorità.
Con Moto E4 Plus potrete contare su una batteria da ben 5.000mAh, che vi permetteranno di coprire almeno due giorni di utilizzo intenso. Parliamo di uno screen on time che arriva anche alle 15 ore effettive, siamo sugli stessi numeri di Lenovo P2.
Se volete un dispositivo dallo schermo ampio e dotato di una batteria titanica ma volete restare al di sotto dei 200 euro, questo modello è sicuramente consigliato. Basta che non abbiate aspettative troppo alte sulle altre componenti.

honor 6x nrsPrestazioni (AnTuTu): 57.431
Schermo: 8,5/10
Camera: 8,0/10
Batteria: 8,0/10
Audio: 5,5/10
Qualità/Prezzo: 8,5/10
Prezzo consigliato: 200€

Huawei Honor 6X

Huawei ha iniziato bene il 2017 proponendo Honor 6X, che migliora in tutto il modello dell’anno precedente. Parliamo di uno smartphone con prezzo di lancio di circa 250 euro, molto interessante in tutti gli ambiti.
L’unico elemento che stona è l’audio, che soffre per il posizionamento sul retro degli speaker.
Per il resto abbiamo a che fare con un telefono completo, costruito in metallo e policarbonato. Il display è da 5,5 pollici, IPS e con risoluzione Full HD. Il pannello convince grazie in particolare a colori saturi e vivaci. La luminosità minima è bassa, consente di ottenere neri profondi, gradevoli durante la visione di film e video. Peccato solo per quella pellicola di protezione fissa posta appena sopra lo schermo.

Il sistema operativo è personalizzato con la classica interfaccia EMUI. Chi non l’apprezza vorrà installare rapidamente Avvio Applicazioni Google.
Honor 6X ha dalla sua una potenza di calcolo adeguata e 3GB di RAM che gli consentono di gestire in scioltezza la maggior parte dei giochi. Nell’utilizzo quotidiano non abbiamo riscontrato impuntamenti di sorta, a parte qualche lag sporadica.

– Compra su Amazon –
– Compra su eBay –

La fotocamera, basata su doppia ottica, consente di ottenere scatti di alto livello. Honor 6x raggiunge risultati fino a ieri impensabili in questa fascia di prezzo. Manca purtroppo uno stabilizzatore ottico o digitale, dunque se fate molti video vi consigliamo di rivolgervi altrove.
Per tutti i dettagli vi invitiamo a leggere la nostra recensione completa.

lenovo p2 nrsPrestazioni (AnTuTu): 53.228
Schermo: 8.0/10
Camera: 6,0/10
Batteria: 10/10
Audio: 6,0/10
Qualità/Prezzo: 8/10
Prezzo consigliato: 299€

Lenovo P2

5,5 pollici con risoluzione Full HD, un design elegante e una batteria stellare. Lenovo P2 ricorda in termini hardware Moto Z Play, ma ha un prezzo nettamente inferiore.
Non si tratta di una vera e propria concorrenza interna, in quanto i due dispositivi differiscono parecchio nel design e nel software.
Lenovo P2 si affida a una personalizzazione più pesante, lontana dalla serie Moto. Questo si traduce anche in aggiornamenti più lenti, il che potrebbe essere un problema dato che il dispositivo viene commercializzato con Android 6.0.1.
Nougat arriverà, ma al momento non è chiaro quando.

Il SoC scelto dall’azienda è Snapdragon 625, non il più prestante sulla piazza ma uno dei migliori in termini di consumi in rapporto alla potenza di calcolo. Tutte le operazioni principali e il gaming vengono gestiti nella massima tranquillità. Il multitasking non è un problema grazie ai 3GB di RAM in LPDDR 4, ci sono poche incespicazioni. Diciamo poche perché in generale l’esperienza avuta con Moto Z Play ci ha convinto maggiormente in termini di fluidità.
Lo spazio a disposizione è da 32GB, ma la buona tradizione cinese dà spazio a 256GB addizionali tramite scheda SD.

– Compra su Amazon –

Un po’ deficitaria la fotocamera, da 13MP e con stabilizzatore digitale, che soffre troppo con un’illuminazione non ottimale della scena. Anche in questo caso possiamo dire che il risultato è simile a quello di Moto Z Play.
Manca tra le altre cose qualunque tipo di certificazione contro acqua o schizzi, non c’è un ingresso USB tipo C e lo speaker è appena sufficiente.
In pratica si tratta di uno smartphone pensato per chi vuole una durata della carica che garantisca più giorni di autonomia, eliminando la dipendenza e la paura del caricatore. Lenovo P2 rientra fra i migliori smartphone sulla piazza grazie alla bontà del proprio bilanciamento, ma anche in virtù di un prezzo a dir poco interessante.
Tutti i dettagli nella nostra recensione completa.

honor 7x nrsPrestazioni (AnTuTu): 62.418
Schermo: 8,5/10
Camera: 7,0/10
Batteria: 8/10
Audio: 7,0/10
Qualità/Prezzo: 8.0/10
Prezzo consigliato: 299€

Huawei Honor 7X

Honor 7X è, all’inizio del 2018, lo smartphone in assoluto più interessante al di sotto dei 300 euro.
E’ dotato di un valido pannello IPS con rapporto a 18:9, che non avrà la qualità dei migliori OLED del mercato, ma restituisce tonalità realistiche, garantendo allo stesso tempo una lettura piacevole sia durante la navigazione che con gli e-book.

Il sistema operativo è la EMUI di Huawei basata su Android 7.0, che ha raggiunto adesso una qualità eccellente. Chi lo vorrà potrà anche abilitare il tasto per raggiungere la app drawer, in genere non presente nei telefoni con personalizzazioni cinesi. L’interfaccia è piacevolissima da utilizzare, molto ricca e reattiva, sono rimasto pienamente soddisfatto.
Proprio il software è in grado di rendere accettabile una fotocamera che da sola non riesce a fare moltissimo. Con l’ausilio dell’editor è però possibile intervenire su un gran numero di parametri, migliorando la resa finale. Non è presente uno stabilizzatore ottico, ma quello digitale svolge bene il proprio lavoro, specie con le fotografie. Sufficienti le performance con i video, buona la fotocamera frontale.

Compra su Amazon
Compra su eBay

Le prestazioni con i videogame sono piuttosto buone, merito soprattutto della RAM e del bel display a 18:9. Il processore non è esattamente una scheggia, come potrete capire leggendo i risultati di AnTuTu. Questo significa più che altro che i tempi di caricamento non sono fulminei, ma in assoluto non ho notato rallentamenti degni di nota durante le sessioni di gioco vere e proprie.

La durata della batteria è soddisfacente. Con un utilizzo intenso sono riuscito a raggiungere con costanza le 5:30 ore di schermo acceso. Le attività includevano gaming, navigazione sul web, tanto netflix e tanto YouTube. Per fare un discorso generale anche se siete dei power user dovreste arrivare a fine giornata senza problemi. Purtroppo manca un sistema di ricarica rapida, vi serviranno un paio d’ore per una ricarica completa.

I migliori smartphone da 300 a 500 euro

moto-z-play-nrsPrestazioni (AnTuTu): 56.300
Schermo: 8.0/10
Camera: 7,0/10
Batteria: 10/10
Audio: 8,0/10
Qualità/Prezzo: 8.0/10
Prezzo consigliato: 399€

Lenovo Moto Z Play

Di Moto Z Play abbiamo parlato in modo approfondito nella nostra recensione completa, dove sono state decantate le innumerevoli doti di questo dispositivo.
Abbiamo a che fare con uno smartphone che fa della batteria il proprio cavallo di battaglia. Moto Z Play è fatto per essere usato, per durare più giorni su una singola carica senza crearci patemi d’animo. Il sistema di ricarica rapida permette tra l’altro di recuperare grosse percentuali in pochi minuti, niente spina attaccata la notte.
I power user riusciranno a coprire senza problemi due giorni di utilizzo durante il primo anno, con uno screen on time che nei nostri test ha superato a volte le 9 ore.

Il SoC montato da Lenovo è il buon Snapdragon 625, poco energivoro ma abbastanza potente. Si riesce a giocare senza problemi con quasi tutti i titoli, l’esperienza utente è davvero fluida.
Questo è merito anche del software, che ha una personalizzazione Android praticamente assente, molto vicina a quella di un Nexus/Pixel. I 3GB di RAM fanno il resto, garantendo un multitasking piacevolissimo.

– Compra su Amazon –

Moto Z Play monta un display AMOLED da 5,5 pollici con risoluzione Full HD. La qualità è buona, i colori sono un po’ accesi, ma è possibile ridurre la saturazione dalle opzioni. Considerato il prezzo si tratta di un buon pannello.
La fotocamera non impressiona, specie in condizioni di scarsa luminosità o quando registreremo dei video. Assente lo stabilizzatore ottico, cosa comprensibile quando si sta sotto i 400 euro.

C’è un unico speaker frontale, potente ma qualitativamente inferiore alla soluzione di Moto X Play. E’ ovvio infatti che un altoparlante mono non possa competere con uno stereo, ma in generale avremo risultati migliori rispetto a tutti gli altri telefoni con griglia posta sul retro o sul fondo della scocca.

oneplus 3t nrsPrestazioni (AnTuTu): 135.029
Schermo: 8,5/10
Camera: 8.0/10
Batteria: 8.0/10
Audio: 6,5/10
Qualità/Prezzo: 8,0/10
Prezzo consigliato: 439€

OnePlus 3T

OnePlus 3T ha migliorato molti elementi della sua versione base, e rientra di diritto in questa classifica.
Molte componenti restano identiche a quelle del predecessore, già molto valido, ma la batteria è stata migliorata con un incremento del 10% nell’amperaggio, che permette adesso di arrivare a fine giornata in scioltezza anche con un utilizzo intenso.
Consistente miglioramento anche per quanto concerne la fotocamera frontale, che in questo caso raggiunge i 16MP e consente di scattare dei selfie di ottima qualità.
Unitamente al prezzo e alla qualità costruttiva, le rifiniture di OnePlus 3T rendono questo smartphone uno dei migliori del 2016, nonché uno dei più interessanti nella fascia di prezzo al di sotto dei 500 euro.

– Compra sul sito ufficiale

Unico vero neo è il servizio di assistenza della compagnia, che al momento non è ancora riuscito a dimostrarsi costante ed efficiente come vorremmo. Del resto si tratta di un’azienda piuttosto piccola, che solo da pochissimo ha abbandonato il sistema di vendita attraverso inviti, dunque non possiamo che augurarci che la qualità continui a migliorare nel corso dei prossimi anni.
Per un’analisi più approfondita vi rimandiamo alla nostra recensione completa.

zte-axon-7Prestazioni (AnTuTu): 135.029
Schermo: 9.0/10
Camera: 8.5/10
Batteria: 8.5/10
Audio: 9.5/10
Qualità/Prezzo: 9.0/10
Prezzo consigliato: 449€

ZTE Axon 7

Per la serie “dalla Cina con Furore”, la nuova proposta di ZTE è l’eccellente Axon 7. Nel momento in cui scriviamo (Ottobre 2016) si tratta di uno dei migliori smartphone in assoluto. Il rapporto qualità prezzo è ciò che impressiona maggiormente, il dispositivo merita attenzione da parte di chiunque.

Il display è un’unità AMOLED Quad HD da 5,5 pollici, per una densità di ben 538PPI. Il bilanciamento dei colori, i contrasti e la bontà dei bianchi sono molto buoni e regolabili.
La visione di contenuti multimediali e il gaming sono attività estremamente piacevoli, anche in virtù delle straordinarie performance del processore. Parliamo infatti di uno Snapdragon 820, capace di spingere AnTuTu oltre i 135.000 punti nei nostri test.
Guardare un video su YouTube o su Netflix con Axon 7 permette inoltre di godere dell’ottimo impianto audio, basato su due speaker frontali dal suono pulito e potente. In pratica l’utilizzo degli auricolari o di speaker esterno Bluetooth sarà del tutto facoltativo.

– Compra su Amazon –
– Compra su eBay –

Anche la batteria fa il proprio dovere, garantendo circa 5 ore di utilizzo misto. Siamo anche in questo caso sui livelli di Galaxy S7 Edge, nessun problema per i power user.
Tutto questo a un prezzo di lancio di 449 euro, praticamente una dichiarazione di guerra ai cosiddetti top di gamma offerti a 800 euro e più.
Se desiderate ulteriori informazioni vi invitiamo a leggere la nostra recensione del terminale.

lg g6Prestazioni (AnTuTu): 141.008
Schermo: 9/10
Camera: 9/10
Batteria: 8.5/10
Audio: 7,0/10
Qualità/Prezzo: 8.0/10
Prezzo consigliato: 500€

LG G6

LG G6 è probabilmente il miglior telefono prodotto dal colosso coreano. E’ stato il primo smartphone ad adottare un rapporto d’immagine 18:9 sul proprio display, seguito a ruota da Samsung con S8. Per quanto sia meno elegante della proposta di Samsung, G6 si è rivelato comunque un ottimo terminale.
Il pannello si basa su tecnologia IPS, una scelta che non appoggiamo al 100%. LG ha perfezionato moltissimo i suoi display nel corso degli anni, ma i migliori AMOLED restano a mio parere migliori nella visione di contenuti multimediali. Ad ogni modo, quello che abbiamo qui è comunque un ottimo display.

LG ha ottimizzazione il software egregiamente, adattando tutte le applicazioni interne al nuovo formato. C’è anche la possibilità di forzare il ridimensionamento di quelle non supportate: non funziona bene in tutti i casi, ma è accettabile.
L’esperienza utente è molto piacevole, il grip è solido, l’assenza di uno schermo curvo dà una sensazione di maggiore sicurezza. G6 sarà meno bello di Galaxy S8, ma sembra anche meno fragile.

Continua la buona tradizione di LG con la videocamera, dotata di doppia ottica come nella serie V. La seconda unità serve per gli scatti panoramici, e non è provvista di stabilizzatore ottico. Con la fotocamera principale si scattano delle foto ottime, ma non le migliori in assoluto. Siamo appena sotto a Galaxy S8, che a sua volta è inferiore a Google Pixel.

–  Compra su Amazon

La batteria fa il suo lavoro, ovvero portarci a fine giornata senza troppi problemi. E’ un buon passo avanti rispetto a G5, che soffriva parecchio da questo punto di vista. Purtroppo non si riesce a fare più di una giornata, tenetene conto se siete dei power user.

Considerato che il prezzo a cui viene proposto G6 è nettamente inferiore rispetto alla concorrenza, questo è uno dei migliori smartphone sul mercato in termini di rapporto qualità/prezzo. Non è al top sotto nessun punto di vista, ma è bilanciato davvero bene.

Per un’analisi più approfondita vi invitiamo a leggere la nostra recensione.

oneplus 5tPrestazioni (AnTuTu): 178.217
Schermo: 8,5/10
Camera: 8/10
Batteria: 8.5/10
Audio: 7.0/10
Qualità/Prezzo: 8.0/10
Prezzo consigliato: 500€

 OnePlus 5T

Perfezionando e affinando il lavoro già fatto con il modello subito precedente, OnePlus 5T si dimostra uno smartphone con performance di fascia alta e offre un pacchetto senza dubbio completo. Non si tratta di una rivoluzione rispetto a OnePlus 5, ma di un miglioramento comunque graditissimo.

La differenza sostanziale rispetto al passato è l’adozione di un display a 18:9 da 6 pollici. Cambia quindi il fattore di forma, ma non la qualità generale né le specifiche da top di gamma. Il pannello è di buona qualità, si affida alla tecnologia OLED, quindi avrete neri perfetti e contrasti molto elevati. E’ uno schermo molto valido sia per i videogame che per la visione di contenuti multimediali. Anche la definizione è buona, parliamo pur sempre di una 1080p che restituisce una densità di pixel per pollice quadrato soddisfacente.

L’interfaccia Oxygen OS si basa nativamente su Android 7.1, ma OnePlus provvederà a rilasciare gli aggiornamenti necessari.
L’esperienza utente è come al solito molto piacevole, simile a quella di Android in versione liscia. Ci sono anche in questo caso le funzioni extra che abbiamo imparato ad apprezzare nei modelli di OnePlus.
C’è la modalità in bianco e nero, perfetta per la lettura degli ebook, molto riposante. Si può regolare il bilanciamento cromatico del display, e si può attivare una modalità che riproduce lo spettro sRGB per incrementare il realismo dei colori.

Compra su eBay

E’ possibile utilizzare l’ottimo sensore per le impronte digitali o affidarsi al sistema di riconoscimento facciale, meno sicuro ma comunque efficace.

La fotocamera non fa passi avanti, state comprando quello che pagate. In circostanze normali dà buoni risultati, mentre con scarsa luminosità non si va oltre la sufficienza. Continua ad essere assente lo stabilizzatore ottico, ma quello digitale svolge comunque un lavoro discreto.

Chiudiamo con la batteria, che si dimostra ancora una volta all’altezza, garantendo circa 5 ore e mezza di schermo acceso con un utilizzo intenso. E’ abbastanza per riuscire a coprire una giornata stress, in particolare durante il primo anno di utilizzo.

In definitiva OnePlus 5T è uno dei migliori smartphone in quanto a rapporto qualità prezzo. Non è perfetto, ma l’esperienza quotidiana è eccellente, e rappresenta un ottimo investimento per il vostro denaro.

I migliori smartphone da 500 euro in su

samsung galaxy s7 edgePrestazioni (AnTuTu): 129.008
Schermo: 10/10
Camera: 10/10
Batteria: 9/10
Audio: 5,5/10
Qualità/Prezzo: 7,5/10
Prezzo consigliato: 600€

Samsung Galaxy S7 Edge

Samsung Galaxy S7 Edge è senza dubbio uno dei migliori smartphone prodotti dal colosso coreano. Raggiunge l’eccellenza nel design, nella qualità costruttiva, nel pannello e nella batteria. Per la prima volta anche l’esperienza utente è ottima, la TouchWiz è finalmente all’altezza, dotata di caratteristiche realmente utili.

Il nuovo processore Exynos è un mostro di potenza, gestisce i 1440p anche nei videogame più complessi senza sforzi. Le temperature operative restano basse, aiutano parecchio con la durata della carica. I test su AnTuTu hanno riportato circa 130.000 punti, quasi il doppio rispetto ai flagship dello scorso anno. L’incremento prestazionale, unito ai 4GB di LPDDR4, garantisce un ciclo vitale di tutto rispetto per questo dispositivo. L’unico limite è a questo punto la batteria non sostituibile manualmente. Tuttavia, considerato l’amperaggio più che generoso e l’ottimizzazione software e hardware la situazione non è drammatica. Serviranno un paio di anni prima che si possa cominciare lamentare una carica insoddisfacente. Gli utenti più hardcore potranno iniziare a esigere un po’ di più già dopo il primo anno, per il naturale decadimento della tecnologia al litio.

– Compra su Amazon –
Compra su eBay

Eccellente il reparto fotocamera, con un’apertura f/1.7 che garantisce l’entrata di tantissima luce. I risultati sono eccellenti anche in condizioni di scarsa luminosità o al chiuso. I MP sono meno rispetto al modello dell’anno precedente, ma è un sacrificio accettabile. La qualità degli scatti e dei video è migliore, vengono a loro volta aiutati dall’ottimo stabilizzatore ottico.
Unica reale pecca di Samsung Galaxy S7 Edge è lo speaker del dispositivo. Questo è collocato nella parte inferiore su un’unica griglia, in modalità panoramica finiremo spesso per coprirla con la mano. Se desiderate giocare con questo modello il nostro consiglio è di utilizzare un paio di auricolari in ear.
Resta comunque uno dei migliori smartphone sulla piazza.
Per approfondimenti vi invitiamo a leggere la nostra recensione completa.

samsung galaxy s8 nrsPrestazioni (AnTuTu): 173.495
Schermo: 10/10
Camera: 9,5/10
Batteria: 8/10
Audio: 6,5/10
Qualità/Prezzo: 7,5/10
Prezzo consigliato: 700€

Samsung Galaxy S8+

La variante Plus di Samsung Galaxy S8 è, tra le due disponibili, quella che preferiamo. Per il suo flagship del 2017, il colosso coreano ha proposto uno schermo a 18:9, rapporto d’immagine che diventerà lo standard dei prossimi anni. Ovviamente si resta su un OLED eccellente, ancora il migliore in ambito smartphone. A causa del particolare formato, la risoluzione diventa una 1440×2960 a 529PPI. Questo rapporto d’immagi