Capcom ha rilasciato un corposo video gameplay di Monster Hunter Rise in occasione del Tokyo Game Show 2020. Il gioco sarà esclusivo per Nintendo Switch, e adotterà una struttura aperta simile a quella di Monster Hunter World. La qualità grafica ovviamente sarà allineata alle possibilità di Switch, ma c’è chi parla di un framerate sbloccato per consentire una rapida ottimizzazione se e quando sarà rilasciata una versione potenziata di Nintendo Switch, che alcuni analisti e addetti ai lavori danno per certa.

Monster Hunter Rise – Wirebug ed splorazione

Ad ogni modo, diamo un’occhiata a questo video gameplay, raggiungibile dal link qui sopra. Come possiamo vedere, una delle novità più interessanti riguarda l’esplorazione vera e propria. Avremo infatti a disposizione un nuovo strumento, una sorta di rampino chiamato Wirebug. Questo ci permetterà di muoverci liberamente in verticale, arrampicarci su alture, montagne e dirupi, modificando profondamente il sistema di movimento rispetto ai canoni della serie. Chi ama i mondi di anime e manga noterà più di qualche somiglianza con il Dispositivo di Manovra Tridimensionale di Attack on Titan.

All’inizio della missione potremo utilizzare il Wirebug un massimo di due volte di fila. Un indicatore nella parte bassa dello schermo mostrerà il classico cooldown, che si attiverà una volta che toccheremo terra. Questo significa che, in teoria, potremo restare sospesi in aria tutto il tempo che vogliamo, magari per dare un’occhiata all’ambiente che ci circonda alla ricerca della nostra preda. Una volta terminato il periodo di cooldown saremo liberi di attivare di nuovo l’abilità una o più volte.
Esplorando la mappa potremo trovare degli insetti da raccogliere, che ci permetteranno di usare il Wirebug più volte in sequenza. Si parte quindi da 2 lanci una volta entrati in missione, ma il numero può essere incrementato, migliorando ovviamente le nostre possibilità di sopravvivenza.

Wirebug - il nuovo strumento di Monster Hunter Rise

Il wirebug di Monster Hunter Rise avrà in combattimento effetti diversi in base all’arma utilizzata.

Capcom ha dichiarato che i veterani della serie e i giocatori più abili potranno abbattere i nemici anche con un utilizzo molto ridotto del wirebug. Questo è infatti uno strumento addizionale di Monster Hunter Rise, che durante gli scontri ci permetterà ad esempio di contrattaccare, di arrampicarci sul mostro o di effettuare attacchi in salto, semplificandoci la vita senza però diventare necessario. In pratica sembra che lo sviluppatore non voglia rivoluzionare la formula di gioco, che funziona da anni alla grande, ma piuttosto rifinirla e aggiungere ulteriore libertà per il giocatore.

E’ interessante notare come, in base alla tipologia di arma utilizzata, il wirebug avrà degli effetti diversi sui mostri durante il combattimento, migliorando il nostro potenziale di attacco o di difesa. Potremo ad esempio usare lo strumento per creare un muro davanti a noi subito prima dell’attacco speciale di un avversario, evitando di venire investiti. Alternativamente sarà possibile intrappolare il mostro in una sorta di rete che ne bloccherà i movimenti per alcuni secondi.

Forme di vita endemica

La mappa di gioco di Monster Hunter Rise prevede delle aree più grandi dove avverranno i combattimenti veri e propri, ma anche delle zone più piccole tutte da esplorare o da utilizzare come scorciatoie per muoversi. In queste aree troveremo le forme di vita endemiche dell’area, quindi insetti, piccoli animali e vegetazione di vario tipo, da cui potremo estrarre risorse da impiegare poi nel sistema di crafting.
Durante il video del Tokyo Game Show 2020 lo sviluppatore consigliava quindi di falciare cespugli e vegetazione in modo da accumulare oggetti, che sarebbero poi tornati utili per incrementare le nostre possibilità di sopravvivenza in missione.
La fase di esplorazione e di crafting quindi dovrebbero essere più o meno allineate a quelle di Monster Hunter World.

A spasso col Palamute

In Monster Hunter Rise non saremo costretti a muoverci a piedi. Il fedele Palamute sarà a nostra completa disposizione, e potremo cavalcarlo e sfruttare la sua agilità. Il Palamute è piuttosto veloce, permette di spostarci più rapidamente e saremo liberi di utilizzare le nostre pozioni mentre siamo al galoppo. Allo stesso tempo, il Palamute è anche agile, capace di saltare e di arrampicarsi sulle superfici, permettendoci quindi di scalare alture e di muoverci nell’ambiente con una certa libertà. Realisticamente lo utilizzeremo per raggiungere al volo la nostra preda. Probabilmente sarebbe interessante se, col tempo, Capcom ci desse anche la possibilità di combattere mentre siamo in groppa al nostro animale. Potrebbe aprire ulteriori opzioni per il giocatore, chissà.

Il Palamute è una delle novità di Monster Hunter Rise.

Il Palamute ci permetterà di raggiungere più velocemente la nostra preda.

Potrebbero interessarti: