Sony: dichiarazioni preoccupanti, Nintendo per bambini, indie insignificanti